Domenica, 19 Settembre 2021
Eventi

Nel 2023 Torino ospiterà il congresso mondiale dell'esperanto: la sede sarà il Politecnico

Attesi 2mila tra esperti e studiosi della lingua

Torino sarà, nel 2023, capitale mondiale dell'esperanto la lingua universale ideata per facilitare le comunicazioni internazionali tra i popoli. La città è stata scelta dal direttivo dell'Associazione Mondiale Esperantista (UEA) come sede per il 108° Congresso Mondiale, in programma dal 29 luglio al 5 agosto. Oltre duemila studiosi e letterati si daranno appuntamento al Politecnico, location prescelta per accogliere l'evento che verrà visitata nei prossimi giorni, dal 27 al 30 agosto, da Duncun Charters, presidente dell'Associazione Internazionale degli Esperantisti, dopo aver partecipato al Congresso Italiano di Esperanto che ha luogo ad Assisi. Verranno anche ispezionate, per l'occasione, alcune strutture alberghiere e la città.

La candidatura è stata presentata da Michela Lipari, già presidente della Federazione Esperantista Italiana e responsabile organizzazione Congressi ed Eventi, con il supporto di Turismo Torino e Provincia Convention Bureau che ha preparato il dossier di candidatura e assistito i referenti dell’associazione internazionale in sopralluogo e durante le visite tecniche. Fattore determinante  per la scelta della città della Mole, l’incentivo economico del pacchetto “Torino per i tuoi eventi”: un’iniziativa dell’ATL torinese per attrarre congressi in città, sostenuta dalla Camera di commercio di Torino. Si è calcolato che in occasione dell'evento degli esperantisti, il territorio potrebbe giovarne con una ricaduta economica pari a circa 3 milioni e mezzo di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2023 Torino ospiterà il congresso mondiale dell'esperanto: la sede sarà il Politecnico

TorinoToday è in caricamento