menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il settecentesco Palazzo Saluzzo di Paesana

Il settecentesco Palazzo Saluzzo di Paesana

"The Third Act" inaugura il mese dell'arte contemporanea in città

Un'esposizione incentrata sul tempo e sul colore, suddivisa in due location speciali e allo stesso tempo diverse: Palazzo Saluzzo di Paesana e lo Spazio Neochrome

"The Third Act" è tra le prime grandi mostre che inaugurano il mese di novembre, periodo in cui Torino si dedica all'arte contemporanea. Da domani e fino al 19 dicembre infatti, il settecentesco Palazzo Saluzzo di Paesana in via della Consolata prima e lo Spazio Neochrome, ex convento, in via Bellezia a partire dal 19 novembre, accoglieranno un'esposizione incentrata tutta sul tema del colore e del tempo.

Tre i protagonisti assoluti: Jean-Baptiste Bernardet, Benoit Plateus e Jhon Roebas. La mostra riunisce gli artisti sulla base della comune propensione che questi nutrono per il tema del tempo, da intendersi nel suo dispiegamento diacronico da sempre interpretato attraverso il linguaggio  dell'arte e della letteratura moderna.

Dall'opera di Jean-Baptiste Bernadet basata sulle cromie intense e vivide con cui l'artista coglie lo scorrere del tempo, tramite diversi livelli di colore e il sovrapporsi spontaneo di tracce e segni, ai poster vintage di Plateus dove dominano composizioni geometriche elementari prive di dettagli figurativi.

Senza dimenticare l'arte di Roebas e la sua sintesi materica di sostanze chimiche, come la resina epossidica, di uretano o smalto. L'inaugurazione a Palazzo Saluzzo di Paesana è prevista domani alle 18.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento