Invito a teatro: in scena: Don Giovanni

Martedì 11 marzo dalle ore 20, 45 in scena "Don Giovanni".

Un classico di Molière sempre sospeso tra comicità e tragedia, prodotto dalla Compagnia Gank e dal Teatro Stabile di Genova, sulla figura del "grande seduttore". Dopo "Un Otello altro" di De Summa e i suoi compagni di scena, la stagione Santa Cultura in Vincoli propone un altro classico del teatro, DON GIOVANNI di Molière, coproduzione della Compagnia Gank e del Teatro Stabile di Genova, in scena martedì 11 MARZO negli spazi dell'ex cimitero di San Pietro in Vincoli.

Creando un personaggio che servirà poi d'esempio anche a Mozart e a Da Ponte, Molière (il cui vero nome era Jean-Baptiste Poquelin, 1622-1673) volle offrire al sovrano di Francia e al pubblico parigino uno spietato ritratto della gente di Corte: gente che, dietro l'apparenza brillante e frivola, celava il vuoto spirituale e la più cinica amoralità. Quello che ne nacque fu comunque un personaggio gigantesco, odioso e affascinante nello stesso tempo, capace di unire in sé empietà e dissolutezza, scetticismo e ipocrisia, vitalità materialista e ironico disprezzo delle leggi umane e divine. Il tutto in un continuo intrecciarsi di motivi e di situazioni molto diverse tra loro: ora grottesche, comiche e buffe; ora tragiche, drammatiche e severe; ora anche realistiche o farsesche, romanzesche o soprannaturali.

"Don Giovanni di Molière è un opera sublime e strana sotto molti punti di vista" spiega il regista Antonio Zavatteri "è una commedia atipica rispetto alla vasta produzione del commediografo francese: ha una trama poco lineare, dei personaggi incredibilmente distanti fra loro, nei caratteri e nell'appartenenza sociale,e forse si potrebbe definire la più Shakespeariana fra le sue creazioni. Questa libertà creativa apparentemente caotica, forse dovuta ad una fretta compositiva da parte dell'autore, e le "psicologie" ma soprattutto le azioni dei suoi proverbiali protagonisti, regalano a questa commedia un fascino senza paragoni".

Il Don Giovanni della compagnia Gank asseconderà una struttura bizzarra in cui commedia e tragedia si succedono senza preavvisi, con un succedersi di luoghi e spazi che nulla hanno a che fare con il naturalismo, una vicenda in cui statue prendono vita e si vendicano.

In fondo, con un testo del genere non si può far altro che creare un gioco meta-teatrale in cui gli attori e lo spazio si trasformino senza soluzione di continuità, uno spettacolo in cui prevale l'evocazione rispetto ad una ricerca di realismo scenico.

Biglietti di ingresso: intero 14 euro, ridotto di legge 12 (under 25 e over 60), ridotto extra  10 (residenti Circoscrizione 7, studenti universitari) - carnet a 4 spettacoli a scelta  40 euro.

Prevendita

Acti Teatri Indipendenti (via San Pietro in Vincoli 28) - lun-ven ore 10-15

Punti vendita del circuito Ticket (+ diritti di prevendita)

A partire dalle ore 20 nelle serate di spettacolo

Per informazioni:  ACTI Teatri Indipendenti, via San Pietro in Vincoli 28, Torino. Tel: 0115217099 - 3313910441;  info@teatriindipendenti.org - www.teatriindipendenti.org

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento