Made in Ilva, "L'eremita contemporaneo"

Definito un capolavoro di teatro fisico, un esempio di "biomeccanica contemporanea", MADE IN ILVA ha ricevuto nel 2014 la nomination al Total Theatre Award al Fringe Festival di Edimburgo, dopo aver collezionato numerosi premi per l'impegno civile e la sperimentazione.

La drammaturgia intreccia le testimonianze dei lavoratori dell'ILVA di Taranto (intervistati dalla compagnia) ai testi poetici di Luigi di Ruscio e Peter Shneider.

L'allestimento ha avuto fare riferimento alla vicenda reale dell'acciaieria più grande d'Europa dove i lavoratori sono schiavi di un lavoro che vorrebbero rifuggire ma che è l'unica possibilità di sopravvivenza. Un lavoro dove la morte è sempre dietro l'angolo.

Musiche e canti appositamente composti. Lo spettacolo utilizza un approccio fisico, poetico e di forte impatto visivo per esprimere una critica al processo di "brutalizzazione", generato dal sistema di produzione contemporaneo, che porta l'essere umano all'alienazione. Un assolo in cui l'attore compie azioni acrobatiche e ripetitive all'interno di strutture metalliche interagendo con videoproiezioni, suoni ossessivi e una suadente voce femminile che gli ordina: Lavora! Produci! Agisci! Crea!

L'eremita contemporaneo attraversa l'infermo di ritmi alienanti spogliandosi completamente della propria identità per indossare un maschera senza volto per difendere il proprio animo: una salvezza forse impossibile

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento