Martedì, 26 Ottobre 2021
Teatro Piazza Castello

Il Teatro Regio è pronto per la prima, Fournier è il nuovo direttore artistico

Alla fine, a pochi giorni dal debutto con l'Otello, è spuntato il nome che ha messo tutti d'accordo. E' quello di Gaston Fournier Facio, 67enne di origine costaricana, in arrivo dalla Scala di Milano

Pace fatta tra Gianandrea Noseda e Walter Vergnano. I due nella serata di ieri, durante il Consiglio di indirizzo del Teatro Regio a cui era presente anche il sindaco Piero Fassino, hanno deciso il prossimo direttore artistico che sarà proposto a breve al ministro della Cultura Dario Franceschini. La scelta è ricaduta su Gaston Fournier Facio, un personaggio che nella vita professionale ha già ricoperto un ruolo di prim'ordine alla Biennale di Venezia, al Maggio Musicale Fiorentino, all'Accademia di Santa Cecilia e, per ultimo, alla Scala di Milano.

Sessantasette anni, originario della Costarica, Fournier è riuscito a mettere d'accordo tutti, dopo che erano nati dissapori interni al Teatro tra Noseda e Vergnano, tanto che l'abbandono di uno dei due sembrava ormai cosa quasi scontata. E invece a mettere una pezza sopra e a ricucire il rapporto è stato il primo cittadino di Torino Fassino che ricopre la carica di presidente della Fondazione Teatro Regio.

La nuova composizione vede, oltre al nuovo direttore artistico Fournier, la riconferma di Vergnano a Sovrintendente del Teatro e di Noseda a direttore musicale. Il tutto a pochi giorni dalla prima dell'Otello, in programma per martedì prossimo. "Con le scelte di questa sera - ha dichiarato uscendo dal Consiglio di indirizzo Piero Fassino - si dà al Regio un assetto forte che, ricco dell'esperienza e della professionalità di Walter Vergnano e Gianandrea Noseda, potrà ora avvalersi della vasta competenza internazionale del maestro Gaston Fournier. Desidero ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per superare un passaggio delicato nella vita del Teatro, facendo prevalere l'interesse del Regio e della Città. Ci sono adesso le condizioni - ha concluso il sindaco - per affrontare con rinnovato slancio la stagione che sta per iniziare e proiettare il Teatro in orizzonti internazionali sempre più ampi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Regio è pronto per la prima, Fournier è il nuovo direttore artistico

TorinoToday è in caricamento