Eventi

Da sabato 23 marzo tredicesima edizione del Tango Torino Festival

Il Tango Torino Festival festeggia i suoi primi 13 anni con un’edizione ricca e imperdibile dedicata a tutti gli appassionati

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il Tango Torino Festival festeggia i suoi primi 13 anni con un'edizione ricca e imperdibile dedicata a tutti gli appassionati della danza più sensuale di sempre. Il festival comincia ufficialmente con i Flash Mob Tangueri attesi per sabato 23 e domenica 24 marzo e prosegue poi con cinque giorni di spettacoli dal 28 marzo al 1 aprile 2013.

L'edizione 2013, come sempre organizzata da Stefano Giudice e Marcela Guevara, promette sette giornate di appuntamenti imperdibili e grande spettacolo. La città di Torino ospiterà uno dei ballerini e coreografi più famosi e richiesti dal pubblico di tangueros, Miguel Angel Zotto, che sarà protagonista di un grande spettacolo originale, e coppie di maestri internazionali accompagnate dal vivo da una grande orchestra, non mancheranno neanche i migliori musicalizador della città per le milonghe notturne e le immancabili master class per approfondire tutti gli aspetti di una delle tradizioni coreutiche più apprezzate al mondo.

Tanti appuntamenti e una formula consolidata dal punto di vista organizzativo per un festival che in questi anni si è affermato, a livello italiano ed europeo, come uno degli festival più importanti per gli tutti gli amanti del ballo argentino e che trasforma Torino nella meta preferita della Pasqua tanguera.

Il primo "passo" di apertura della tredicesima edizione sarà quello delle tante coppie tanguere che, sabato 23 e domenica 24 marzo, coloreranno di sensualità e fascino la piazza di Eataly Lingotto con i Flash Mob tangueri, momenti di puro spettacolo di strada in cui lo spirito del tango prenderà vita grazie ad una milonga a cielo aperto pensata per coinvolgere cittadini e turisti.

"Nessuna danza popolare raggiunge lo stesso livello di comunicazione tra i corpi: emozione, energia, respirazione, abbraccio, palpitazione." Il tango è tutto questo e molto altro, secondo le parole di Miguel Ángel Zotto, super star di questa edizione del festival, eletto all'unanimità tra i tre migliori ballerini di tutti i tempi e da sempre profondamente innamorato di questo mondo. Perché, se è vero che il tango è nato come espressione popolare alla fine del 19esimo secolo, dai sobborghi di Buenos Aires si è diffuso in tutto il resto del mondo diventando una vera e propria cultura artistica, fatta di musica, danza e tradizione.

Non solo musica ed esercizio ma anche teatro e performance dal vivo. Ecco perché l'appuntamento con il Teatro Nuovo ritorna anche nell'edizione 2013 con uno spettacolo che accompagna in un viaggio fino all'Argentina più vera, raccontando i sogni e la vita di un coreografo d'eccezione: Miguel Angel Zotto, ospite speciale e protagonista de Il Tango delle stelle, in scena giovedì 28 marzo insieme a tutte le altre star dell'International Tango Torino Festival con la musica dal vivo dell'Ensemble Hyperion. Alla fine dello spettacolo, per tutti gli appassionati, sarà inevitabile andare a provare i passi appena visti sul palco nella Milonga di Apertura al Club Almagro di Via Perugia 20 a Torino.

Come ogni anno i momenti più attesi saranno quelli con le milonghe, luoghi e anima del tango, che daranno spazio sia agli ospiti internazionali che agli appassionati.

La Fiesta de Bienvenida, venerdì 29 marzo a partire dalle ore 23 si svolgerà nella consueta sede dell'8 Gallery al Lingotto. La Fiesta sarà l'occasione per una serata indimenticabile con le esibizioni delle giovani coppie formate da Sebastana Achaval y Roxana Suarez, duo nato a Buenos Aires che, dopo l'esordio dello scorso anno, ritorna al Festival di Torino da protagonista, di Damian Rosenthal y Celine Ruiz tra i protagonisti della nuova corrente di Tango Nuevo e di Erna y Santiago Giachello pronti a stupire con il loro stile elegante che combina istinto e rigore tecnico.

Sabato 30 marzo si inizia a ballare presto con la Milonga de la tarde dalle 17.30 alle 20.30 all'Hotel Art + Tech NH Hotel del Lingotto, per proseguire dalle 23 con il Gran Baile de Gala all'8 Gallery con le esibizioni dei veterani Sebastian Arce y Mariana Montes formidabili talenti innovativi, a cavallo tra tradizione classica e Tango Nuevo e Esteban Moreno y Claudia Codega, professionisti affermati fin dal 1990 e fautori della recente rinascita del Tango Argentino, nonché autori e interpreti di numerosi spettacoli di successo quali "Locura Tanguera" e "Con este Tango".

Domenica 31 marzo si ripete l'intenso programma con Milonga de la tarde all'Art + Tech Nh Hotel per concludere con la Gran Fiesta de Pascua all'8 Gallery che avrà per protagonista il grande ballerino e coreografo Miguel Angel Zotto che, insieme alla compagna di danza e di vita Daiana Guspero, regalerà agli appassionati un vero e proprio saggio di tango.

Per chi vuole godersi il Festival fino all'ultimo passo, la tredicesima edizione dell'International Tango Torino Festival si conclude lunedì 1 aprile con la Milonga de la tarde al Art + Tech NH Hotel del Lingotto, mentre la Fiesta de despedida si terrà come da tradizione dalle ore 21 al Club Almagro.

Le milonghe e le fiestas saranno accompagnate da musicalizador amatissimi e noti nell'ambiente come SuperSabino, Alfredo Petruzzelli, Sergio Chiaverini, Mauro Berardi e Ariel Yuryevic. Per tutti i livelli di approfondimento ritornano in questa edizione del festival le lezioni di tango, per imparare a muovere i primi passi o per affrontare movenze sempre più complesse. A guidare gli allievi, insieme ai padroni di casa Marcela Guevara y Stefano Giudice, ci saranno anche tutte le coppie di ballerini ospiti. Proprio Marcela e Stefano, organizzatori e direttori artistici del festival fin dalla prima edizione, coppia artistica di grande fama e talento, protagonisti ai principali appuntamenti internazionali quali il tango festival di Istanbul, il Festival di San Pietroburgo, il Milonguero night di Mosca, il Valentango di Portland e il Festival di Tarbes nei Pirenei, hanno fatto di Torino la capitale italiana indiscussa del tango, trasformando questo festival in un appuntamento in grado di avvicinare ogni anno come per incanto la prima capitale d'Italia all'Argentina. Dimostrazione di tutto ciò gli oltre 2500 appassionati e le 20 scuole specializzate in corsi di tango che quasi ogni sera offrono la possibilità di perdersi tra i passi e le musiche di una delle discipline più sensuali mai esistite.

Per tutti gli appassionati che decideranno di passare da spettatori a tangueri il Festival regalerà vere e proprie occasioni da non perdere! Dal 25 marzo al 4 aprile si terranno sei lezioni gratuite in cui il pubblico potrà provare a muovere i primi passi, avvicinandosi di persona al ballo più sensuale di sempre. Le lezioni, tutte gratuite, si terranno presso il Club Almagro, dalle 20.00 alle 21.00.

In un mondo sempre più veloce e che rischia di diventare insipido, il tango può diventare la chiave d'accesso ad un mondo di corteggiamento, galateo d'altri tempi e insieme passione ardente. Il segreto del tango è forse questo: riuscire a coinvolgere attraverso il ballo di coppia qualsiasi generazione, poiché il gusto della conquista è fatta di gioia, tristezza, struggimento, scariche di adrenalina ed eccitazione e in questo la pista da ballo è perfetta trasposizione della vita di tutti i giorni. Lunga vita al tango, Patrimonio Culturale Intangibile dell'Umanità secondo una dichiarazione dell'Unesco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da sabato 23 marzo tredicesima edizione del Tango Torino Festival

TorinoToday è in caricamento