Eventi Rebaudengo

L'ultra maratoneta Simone Leo corre per “la via della felicita'”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Non solo competizione, ma impegno sociale e voglia di trasmettere un messaggio che possa contribuire a migliorare il clima di indifferenza e violenza che sta inondando sempre più la società.

Nelle gambe e nella mente dell'ultramaratoneta Simone Leo c'è anche questo: un tipo sedentario e sovrappeso fino al 2007 che a giugno del 2013 è entrato nell'elite del podismo di lunga percorrenza, tra i pochissimi atleti (meno di 20 in tutta Italia) capaci di tagliare il traguardo della massacrante 212 km del lago Balaton, in Ungheria.

Trentacinque anni da compiere a novembre, piemontese di Novara, Simone vive e lavora a Milano, ma si sposta, assieme al suo team di volontari, partecipando ogni anno a numerose manifestazioni ovunque gli sia possibile.

Indosso l'inseparabile maglia personalizzata con il simbolo de La Via della Felicità, la guida al buon senso scritta da L. Ron Hubbard, un libretto tascabile che i volontari distribuiscono gratuitamente per promuovere rispetto reciproco e buon senso, valori dei quali si percepisce una crescente necessità.

Per la sua prossima impresa Simone Leo ha scelto il capoluogo piemontese. Il 12 ottobre 2013 parteciperà infatti alla 100 km delle Alpi: si corre da Torino a Saint Vincent, con partenza alle 10.00 da via Oxilia.

In serata taglierà il traguardo a Saint Vincent sventolando la bandiera de La Via della Felicità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultra maratoneta Simone Leo corre per “la via della felicita'”

TorinoToday è in caricamento