menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I droni  danzanti e i ballerini dentro la Mole (foto di Michele D'Ottavio)

I droni danzanti e i ballerini dentro la Mole (foto di Michele D'Ottavio)

San Giovanni a Torino, tutti gli eventi: negozi aperti fino a mezzanotte, spettacolo "x 3" in streaming e giochi di luce

Duecento droni danzeranno all'interno della Mole Antonelliana

Torino si prepara a festeggiare il suo Santo Patrono. Tante le iniziative, nonostante i lunghi mesi di lockdown e il periodo di emergenza sanitaria attuale, non ancora del tutto alle spalle. I festeggiamenti tradizionali, per forza maggiore, per questa edizione 2020, sono stati accantonati ma domani, 24 giugno, Torino - insieme a Genova e Firenze - celebrerà San Giovanni mettendo in scena, a partire dalle ore 21.30, uno spettacolo comune in diretta tv su Rai Premium (canale 25 ddt), in streaming su RaiPlay e sulla piattaforma digitale www.sangiovannix3.it.

Uno spettacolo "x 3"

“La Notte di San Giovanni” – programma in diretta tv nazionale presentato da Arianna Ciampoli  per la regia di Duccio Forzano - prenderà il via alle ore 21.30 e durerà fino alle 23.30. Gli artisti dello show torinese, ospitato all’interno della Mole Antonelliana (che quest’anno celebra il 20^ compleanno con un programma dedicato, ‘Torino città del cinema 2020) saranno: Luciana Littizzetto, Niccolò Fabi, Eugenio in Via di Gioia, Guido Catalano, Suor Cristina l’orchestra del Teatro Regio di Torino, il Maestro Andrea Bacchetti con un omaggio a Ezio Bosso; il poeta Guido Catalano; Christian Greco, Direttore del Museo Egizio, Alessandro Barbero, il Maestro Bruno Santori e il Professor Curnis. La serata terminerà con il dj set di Ema Stockholma.

Gli orari dei musei

Per i festeggiamenti del Santo Patrono di Torino, molti musei in città saranno aperti al pubblico. Tra questi: i Musei Reali (orario 9-19) i Giardini Reali; Palazzo Madama, Gam e Mao (orario 10-20); il Museo Egizio (10-18); la Pinacoteca Albertina (orario 10–18); il Museo Nazionale del Risorgimento (orario 10–18), anche con visita guidata; Camera - Centro Italiano per la Fotografia (orario 11-19); Fondazione Accorsi Ometto (10–13 e 14–19); il Museo Pietro Micca e dell'Assedio di Torino del 1706  (orario 14.30-18 e 21-23); il Museo storico nazionale d'artiglieria - Mastio della Cittadella (orario 14–22, ingresso gratuito); il Museo Nazionale della Montagna (orario 10–18); la Cupola della Basilica di Superga (orario 10.30-13.30; 14.30-18; salita in notturna 21.30-00.30); il Planetario (solo su prevendita dei biglietti orario 14-19); il MAUTC - Museo Nazionale dell'Automobile di Torino (orario 10–19, ultimo ingresso ore 18); il PAV - Parco Arte Vivente (orario 12-19); la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (orario 14–21, ingresso libero); la Palazzina di Stupinigi (orario 10–18.30, ultimo ingresso ore 18); la Reggia di Venaria (orario 10.30-18.30).

Notte bianca

E per l'occasione, una proposta arriva anche dal mondo del commercio. Confesercenti  suggerisce infatti di tenere i negozi aperti fino a mezzanotte in centro, prima di tutto, ma anche nel resto della città. L’appello è rivolto sia ai commercianti sia alla loro clientela. Ai commercianti, affinché colgano l’occasione per dare un altro segno della loro volontà di ripresa; ai consumatori, perchè riscoprano il gusto dello stare insieme e frequentare vie e quartieri, nella consapevolezza che la ripresa della città passa anche attraverso la ripresa dei locali pubblici, dei negozi e dei mercati. E via libera anche agli apericena e alla serata con gli amici nei locali torinesi. Il tutto però sempre nel rispetto delle norme anti contagio da Covid. Per San Giovanni, il Comune di Torino ha infatti emesso una speciale ordinanza. 

Un po' di tradizione

Non ci sarà il Farò in piazza quest'anno, ma è sempre in programma la Messa solenne. La tradizionale ricorrenza inizierà alle ore 10.30 con l'appuntamento in Duomo, a cura della Famija Turinèisa con il Duomo. Alle ore 12,15 la Sala del Consiglio Comunale a Palazzo Civico ospiterà la cerimonia di nomina di sette ambasciatori delle eccellenze di Torino e del suo territorio: personalità che si sono distinte per le loro esperienze umane e professionali e che, a livello nazionale e internazionale, sono espressione di alte capacità imprenditoriali, di cultura, creatività, solidarietà e impegno nel campo del sociale e della giustizia.

Gli ambasciatori nominati sono: Maria Lodovica Gullino, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Paolo Pininfarina, Lorenzo Sonego, Sergio Momo, Ernesto Olivero e don Luigi Ciotti. Nella Chiesa della Misericordia in via Barbaroux inoltre, per i festeggiamenti di San Giovanni, è in programma il concerto di musica sacra "Da Bach a Bach"

Giochi di luce

La luce sarà protagonista della notte del Santo patrono grazie a speciali coreografie realizzate con imponenti fasci luminosi proiettati verso il cielo in tre differenti luoghi cittadini: Superga, Monte dei Cappuccini e Lingotto. Inoltre, dalla sera di San Giovanni, e fino al 20 luglio, la Mole Antonelliana diventerà, per la prima volta, un cinema a cielo aperto, grazie a uno spettacolo di videoproiezione altamente innovativo. Al suo interno, duecento droni "danzeranno" accompagnando un corpo di ballo in carne e ossa. Dalle ore 21.00 alle 23.30, i quattro lati della cupola si animeranno contemporaneamente con uno spettacolo, della durata di 20 minuti: un omaggio alla Torino cinematografica, al cinema italiano e alle grandi star internazionali di tutti i tempi, in un montaggio serrato e visionario realizzato da Donato Sansone

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento