menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affitto dell’Oval troppo caro, il Salone del Gusto si prepara a una rivoluzione

Se il contratto con Gl Events, i proprietari dell’Oval Lingotto, non dovesse andare in porto, la prossima edizione del Salone del Gusto potrebbe avere luogo nel centro della città con gli stand all’aria aperta

Il Salone del Gusto rischia di traslocare dalla storica sede del Lingotto. Continua il braccio di ferro tra gli organizzatori, Slow Food, e i proprietari dell’Oval, i francesi di Gl Events. Troppo caro l’affitto chiesto per la kermesse, circa un milione e centomila euro, a cui si devono aggiungere quasi 400 mila euro per utenze e spese varie. Per Carlo Petrini e i suoi collaboratori la cifra è troppo alta, nonostante nell’ultima edizione il Salone del Gusto abbia fatto registratore 220 mila visitatori.

La formula rodata, quella del Lingotto, sarebbe la via preferita, ma a queste condizioni il contratto potrebbe venire meno. L’alternativa, dichiarata durante una riunione in Regione a cui hanno preso parte anche gli assessori regionale e comunale Antonella Parigi e Maurizio Braccialarghe, è quella di studiare la prima edizione completamente all’aperto con stand distribuiti nel centro della città e congressi in luoghi che potrebbero essere individuati nelle sedi universitarie. La soluzione “en plein air” rappresenterebbe in questo caso una vera rivoluzione ancora tutta da studiare: il modello di riferimento potrebbe essere la manifestazione internazionale “Cheese”, organizzata a Bra sempre da Slow Food. Nel caso si optasse per questa alternativa ne risentirebbe anche il periodo della kermesse visto che a ottobre, all’aria aperta, si rischierebbe la malriuscita di tutto a causa delle condizioni atmosferiche.

La riunione in Regione si è concluso con un “rivediamoci tra una ventina di giorni”. Tempo di capire cosa fare per la prossima edizione e soprattutto di cercare uno sconto da parte di Gl Events perché, nonostante possa stuzzicare un’edizione all’aria aperta, la formula rodata è sempre stata proficua e cambiare potrebbe non essere l’ideale in questo momento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento