Scoppia la mania dello street food, in piazza Arbarello le specialità locali

Lo street food è diventata ormai una vera moda, quasi una mania. Ed ecco che spunta la concorrenza, quella sfida a cercare sempre nuove soluzioni anche in questo campo gastronomico: molti coloro che recuperano, infatti, le tradizioni culinarie in chiave salutista

Quando lo street food si fa strada e trasforma il modo di concepire il nuovo stare insieme e, soprattutto, conoscere le realtà locali di un territorio; perchè non è sempre vero che il cibo di strada non va d'accodo con la buona tavola, tipica e salutare. Lo street food è diventata ormai una vera moda, quasi una mania. Ed ecco che spunta la concorrenza, quella sfida a cercare sempre nuove soluzioni anche in questo campo gastronomico: molti coloro che recuperano, infatti, le tradizioni culinarie in chiave salutista e chi rielabora la cucina contemporanea in chiave fast.

A sfatare il connubio calssico ci hanno pensato gli organizzatori di "I love Beer & Street Food, in programma venerdì 17 e sabato 18 luglio in piazza Arbarello dove verranno presentate alcune eccellenze della gastronomia torinese e piemontee in versione, però, da strada. Si potranno gustare dunque le birre del Birrificio Torino, gli Agnolotti del Pastificio Virgiglio, il gelato e le granite di Ciacci (vincitore del Gelato Festival 2014), gli arrosticini e le patate fritte a Km 0 accompagnate dalla speciale birra alla patata dell'Azienda Agricola Coaro di Barge e le piadine senza strutto e lievito dello Sfizietto adatte alle intolleranze alimentari. "Abbiamo voluto valorizzare il più possibile le attività di ristorazione e gastronomia di Torino e Provincia - dicono dall'organizzazione - e in un contesto di promozione commerciale, evidenziare le potenzialità dei partecipanti non solo in questa occasione, ma anche tutti i giorni della loro attività".

Tra le leccornie da gustare in questo street food tutto piemontese, anche la Porchetta di Ariccia del ristorante La Porcata, i corn dogs, hot dog con pasta di mais e pizzaccia fritta, le birre del birrificio artigianale Arte Birraia e alcune specialità non proporio regionali, come quelle brasiliane e le orecchiette pugliesi di un ristorante di corso Vittorio Emanuele.

Tutte le specialità non verranno acquistate con i contanti, ma con delle monete alternative, i birrini, che potranno essere scambiati con il denaro alle casse d'ingresso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento