"La rivoluzione nell'orto", mostra fotografica allo Urban Center

"La rivoluzione nell'orto" è la mostra che si inaugura allo Urban Center il 15 settembre alle 18. L'esposizione resterà visitabile fino al 27 ottobre con ingresso libero, dal martedì al sabato, dalle 11 alle 18. Con circa 2.000.000 di metri quadrati di orti urbani e aree agricole e 700 orti tra quelli individuali e collettivi (dato del 2015), Torino nel corso degli anni ha fatto propria l’esperienza degli orti urbani, diventando una delle città italiane di riferimento per numero di iniziative.

Nati dal recupero e dalla riconversione in spazi di coltivazione di aree dismesse, di luoghi di aggregazione sociale (scuole o case circondariali) o ancora di zone inutilizzate, gli orti urbani sono uno degli esempi più significativi di riqualificazione territoriale che genera benefici ambientali, sociali ed economici.

A questo tema è dedicata la mostra fotografica che l’Urban Center Metropolitano presenta insieme a Slow Food: "La rivoluzione dell’orto". Nuove pratiche e nuovi significati del coltivare in città, percorso espositivo che racconta i casi più significatici e virtuosi di orti urbani, non solo nell’area metropolitana di Torino, ma anche in Italia e a livello internazionale.

La mostra parte dai i numeri del fenomeno e dalla sua evoluzione, che si può leggere quasi come una rivoluzione: basti pensare che nella sola area di Torino la superficie dedicata specificatamente agli orti nel corso degli ultimi cinque anni è raddoppiata, passando da 52.000 a 105.000 mq (Fonte Città di Torino). Ma cosa sono gli orti urbani e quali sono i progetti più virtuosi?

Attraverso le immagini verranno affrontati i casi di Torino e dell’area metropolitana (da Ortoalto – Le Fonderie Ozanam di via Foligno, a Terra e Aria. Vivaio di orizzonti della Casa Circondariale Lorusso e Cotugno, a Korto di Venaria Reale, ecc), ma anche di Milano, Caserta, Vernazza, oltre a quelli internazionali: tra questi quello berlinese di Prinzessinnengarten nel cuore di Kreuzberg, quello di Istanbul (Turchia), Turda (Romania), Chigaco, New York, Uganda, Tanzania, ecc.

Il progetto espositivo, articolato in due spazi indipendenti, ma contigui, è realizzato da Urban Center Metropolitano in collaborazione con Slow Food nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto (Torino, 22-26 settembre 2016). Attraverso gli orti urbani infatti non solo si assiste ad una ‘messa a valore’ di aree abbandonate, ma si ri-impara l’importanza delle stagioni e dei sapori autentici, si allenano i sensi, si rispetta il ritmo della natura e si valorizza il prodotto locale, inoltre sono uno stimolo al lavoro di ‘comunità’ e al coinvolgimento di bambini e adulti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • A Carnevale la Reggia di Venaria resta aperta fino alle 19

    • dal 12 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Reggia di Venaria

I più visti

  • Tuliparty, al via la terza edizione: uno 'scorcio d'Olanda' a Pianezza

    • dal 27 marzo al 25 aprile 2021
    • vivaio
  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento