menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rights Village, il villaggio dei diritti a Torino Esposizioni

Informazione, incontri ma anche tanta musica, nightclubbing e divertimento. Dal 2 al 31 luglio il nuovo format è in città

Torino Esposizione ospiterà per tutto il mese di luglio un nuovo format: il primo Rights Village, il villaggio dei diritti presentato, non a caso, il 28 giugno, Giornata Mondiale dell'orgoglio Lgbt. Nel grande spazio di Torino Esposzioni ci saranno eventi , spettacoli teatrali, musica e mostre ma si farà anche informazione e si discuterà di diritti e uguaglianza.

"Mi piace parlare di "infotainement", un mix tra informazione e entertainement - ha spiegato Silvia Magino, project manager del Rights Village -: di giorno, in orario pre serale, non mancheranno conferenze, incontri, con la partecipazione di politici e di associazioni, esperti, giornalisti e studiosi. E di sera sarà la volta del nightclubbing, concerti e spettacoli di vario genere"

Organizzato da Concept Event con il coordinamento di Torino Pride e l'associazione Lofficina, il Rights Village ha richiesto un investimento di oltre 200 mila euro: una cifra sostanziosa, alla quale hanno contribuito istituzioni e privati, e che però non basta. Il movimento infatti deve autofinanziarsi e sabato 2 luglio, all'apertura del Rights Village, ci sarà "Boato", la grande festa di raccolta fondi. 

Mauro Laus, presidente Consiglio regionale del Piemonte, presidente del Comitato per i Diritti umani, alla presentazione dell'evento, ha auspicato: "Spero che le prossime manifestazioni possano avere più sostegno, anche economico, non solo dalla città ma anche dalla Regione - ha dichiarato -.

Queste sono iniziative virtuose. Non c'è solo la povertà della fame ma anche quella della consapevolezza... ed è proprio questo che le istituzioni hanno il dovere di combattere, provando a creare una rete contro chi non ha rispetto verso il prossimo ". 

Presente in sala, a uno dei suoi primi impegni istituzionali pre-insediamento, anche il neo assessore alle Pari Opportunità della Giunta Appendino, Marco Giusta. Non poteva mancare inoltre Monica Cerutti, assessora della Regione Piemonte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento