menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Kappa FuturFestival, i residenti di Spina Tre: "Parco Dora non è l'ubicazione adatta"

I cittadini ribadiscono la loro posizione all'amministrazione

Il Comitato Dora Spina Tre torna all'attacco. Con una lettera al vicesindaco Guido Montanari, all'assessore all'Ambiente Alberto Unia e ai gruppi consiliari in Comune, i residenti del quartiere riaffermano la loro posizione contro lo svolgimento del Kappa Futur Festival, la kermesse di musica elettronica che nel 2018, il 7 e 8 luglio, accoglierà migliaia di appassionati al Parco Dora. Ad oggi sono già più di 10mila i biglietti venduti per l'atteso appuntamento musicale. 

Un evento troppo impattante per la cittadinanza

Sottolineando che data la quantità di spettatori - e quindi i problemi di traffico, di parcheggio, di alto impatto acustico - "l'ubicazione dovrebbe essere altrove cioè il più lontano possibile dalle abitazioni", il Comitato coglie l'occasione per sottolineare perlomeno la necessità che durante il festival vengano presi in considerazione alcuni aspetti. In primis il fatto che il parco debba essere rinforzato per l'occasione - nonostante a detta dell'amministrazione "il KFF abbia una sensibilità particolare per tutti i temi della sostenibilità ambientale" - nelle misure di igiene, di pulizia e nei servizi igienici.

E in secondo luogo che non si debba impegnare per giorni il supporto di carabinieri, guardia di finanza, vigili, polizia e vigili del fuoco che sul territorio potrebbero avere problemi da risolvere ben più importanti. Un altro fattore che indispone non poco i residenti di Spina Tre inoltre è quello che riguarda l'accessibilità del Parco. Già una settimana prima della data dell’evento, per l'allestimento, e circa tre giorni dopo, per la rimozione dello stesso, solitamente, un'area di circa 150mila metri quadrati rimane chiusa al pubblico. Senza contare che al termine del Kappa Futur Festival, le condizioni del parco lasciano spesso a desiderare, non solo per la pulizia ma anche per atti di vandalismo che con il grande accesso di spettatori, inevitabilmente a ogni edizione si verificano. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento