Officina della Scrittura lancia una raccolta fondi per costruire una nuova scultura di Lego per il museo

“Costruiamo insieme un nuovo segno” è il titolo dell'operazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Piattaforma dell'operazione GoFundMe: con i proventi l'iconica penna Aurora 88 prenderà forma con 20.000 mattoncini per un'altezza di 3,2 metri A partire dal mese di luglio e fino al 30 settembre 2020 Officina della Scrittura si fa promotrice di una originale operazione di Crowdfunding dal titolo “Costruiamo insieme un nuovo segno” mirata a raccogliere donazioni destinate all'acquisto di migliaia di mattoncini Lego che verranno utilizzati per dare forma ad una scultura che sarà esposta nel cortile del Museo torinese. Il progetto è nato da un'idea di Cesare Verona, tra i fondatori del Museo e Presidente di Aurora, e dalla disponibilità di Luca Giannitti, collezionista e appassionato di costruzioni Lego, che metterà a disposizione il suo tempo e la sua esperienza per costruire un simbolo iconico della scrittura - Aurora 88 - e lanciare un messaggio a favore della cultura e del segno, temi sostenuti con forza da Officina della Scrittura. La raccolta fondi è stata attivata attraverso la piattaforma GoFundMe.

Le donazioni potranno partire da 1 Euro e, sulla base dell'importo, Officina della Scrittura invierà riconoscimenti di differente entità a seconda dell'ammontare. Da 1 a 19 Euro il donatore riceverà un attestato digitale di donazione accompagnato dai ringraziamenti del Museo; da 20 a 39 Euro oltre all'attestato e al grazie formale, il donatore riceverà un ingresso omaggio al Museo e l'invito all'evento di presentazione dell'opera; per donazioni pari o superiori a 40 Euro oltre a quanto menzionato sopra, si aggiunge il modello della penna di Lego. L'iniziativa verrà promossa sui canali social di Officina della Scrittura e di Aurora penne. "Creare una scultura di Lego, creare una penna gigante, la nostra intramontabile Aurora 88, è un modo per sensibilizzare e avvicinare il grande pubblico alle tematiche di cui Officina della Scrittura è portavoce da anni. Il segno, la scrittura sono espressione del pensiero dell'uomo sin dalla preistoria. Siamo grati a Luca Giannitti e a quanti vorranno essere parte attiva del nostro progetto donando anche solo un Euro. La scultura resterà un pezzo emblematico del percorso espositivo accogliendo i visitatori e gli ospiti".

Commenta Cesare Verona. L'opera replicherà fedelmente l'iconica Aurora 88, la "super penna" sarà realizzata con circa 20.000 mattoncini. La scultura finita avrà un'altezza di 3,2 metri e un diametro di 35 centimetri riproducendo lo strumento di scrittura in perfetta scala 20:1. Sarà posizionata col pennino in alto e il cappuccio inserito all'estremità opposta della penna. Una volta installata la grande stilografica sarà visibile anche dal'esterno del Museo e della manifattura Aurora. Il modello è stato progettato da Luca Giannitti partendo dal disegno originale di Aurora che è stato scomposto in 12 moduli solidi attraverso un programma 3D; ognuno dei moduli è stato, a seguire, suddiviso in mattoncini. Ogni modulo verrà costruito singolarmente e l'assemblaggio finale avverrà nel cortile di Officina della Scrittura. La penna di Lego sarà gialla (per riprodurre le finiture dorate), nera e trasparente per creare l'effetto del livello di inchiostro. Per il montaggio completo serviranno centinaia di ore di lavoro.

Torna su
TorinoToday è in caricamento