Valli di Lanzo, camminata al sentiero “Pian d'le Masche”

Le Valli di Lanzo si stanno preparando per ripartire con il turismo outdoor, dove natura incontaminata, sport all’aria aperta e buona gastronomia si fondono in un mix davvero unico. In questi mesi, seppur difficili, il territorio valligiano non si è mai fermato e tra poco metterà in moto delle nuove iniziative per accogliere i visitatori nel pieno rispetto dello spirito di montagna ma anche dei protocolli di sicurezza.

Le Valli di Lanzo, con i suoi spazi molto ampi, sono una meta strategica perchè presentano rischi di assembramento quasi nulli. Un buon numero di attività socie del Consorzio Operatori Turistici Valli di Lanzo si stanno organizzando con una modalità di ristorazione “take away”, che farà onore ai prodotti locali e alle ricette della tradizione.

I turisti potranno unire i piaceri della buona tavola a quelli di una bella escursione in montagna, in quanto le strutture sono dislocate lungo i tanti Sentieri che attraversano questo territorio. I percorsi sono caratterizzati da livelli di difficoltà differenti, in grado di accontentare tutti i target di escursionisti, da quelli più esperti ai principianti, dalle famiglie con bambini agli amanti della bici o dell’arrampicata. Presso alcune delle strutture consorziate sarà possibile anche noleggiare le e-bike per scoprire senza fatica gli angoli più suggestivi delle valli.

Uno dei sentieri suggeriti e le relative strutture

Sentiero “Pian d'le Masche” - Sentiero del CAI Lanzo - Ala di Stura (To). Questa camminata, di media difficoltà, ci porta ad Ala di Stura, nel cuore dell’omonima vallata, lungo il Sentiero “Pian d'le Masche”. Il nome ci cala già nelle leggende di montagna, dove le protagoniste sono le famose streghe locali, spesso nascoste nei boschi per strani rituali notturni o per giocare uno scherzetto all’avventore di passaggio. Il percorso sterrato inizia da Località Martassina e si snoda tra boschi, alpeggi e ruscelli. Tra le tappe: l’Alpeggio La Tea (1520 m), il pianoro di Pian Fè (1489 m) e i ruderi dell’ Alpe Picot (1503 m).

Il sentiero termina a Pian del Tetto, dove potrai rifocillarti con i gustosi piatti del servizio take away offerto dal Grand Hotel Ala di Stura. Massimo Vannelli, chef e titolare della struttura, ti aspetterà con i suoi antipasti, gli agnolotti, i dolci e molte altre specialità della tradizione…

Il Grand Hotel Ala di Stura si trova in Via Pian del Tetto, 2 - 10070 Ala di Stura (To). Per info e prenotazioni scrivi a Massimo a info@grandhotelaladistura.it o chiamalo ai numeri 0123 55290 - 338 9682301 https://www.grandhotelaladistura.it/it/ Oppure potrai contattare e fare tappa all’Albergo Ala Ristorante Silla che si trova in Via Villar 10 – 10070 Ala di Stura (To).

Qui si potranno assaggiare favolosi antipasti: l’insalata russa, la frittatina alle ortiche, la focaccia farcita con le tome valligiane e molto altro ancora. Potrai abbinare l’acquisto del pranzo al noleggio dell’e-bike ad un costo vantaggioso.. per goderti la tua pausa golosa negli angoli più suggestivi della vallata. Per info e prenotazioni scrivi a Roberto a info@albergoristoranteala.it – castagneriroberto@virgilio.it o chiamalo al 0123 565028 – https://www.albergoristoranteala.it/

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

  • Visite animate e gratuite a Palazzo Cisterna: il calendario del 2020

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 19 dicembre 2020
    • Palazzo Cisterna

I più visti

  • Visite animate e gratuite a Palazzo Cisterna: il calendario del 2020

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 19 dicembre 2020
    • Palazzo Cisterna
  • Ha riaperto Casa Lajolo: al via anche le visite guidate

    • dal 31 maggio al 31 dicembre 2020
    • Casa lajolo
  • Fase 2, la Palazzina di Caccia di Stupinigi riapre al pubblico

    • dal 26 maggio al 31 dicembre 2020
    • Palazzina di Caccia di Stupinigi
  • Torna la XXIII° edizione di Luci d'Artista: tutte le novità di quest'anno

    • Gratis
    • dal 30 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Torino
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento