Sabato, 25 Settembre 2021
Eventi Via Conte Giambattista Bogino, 9

Daniel Pennac a Torino racconta il suo nuovo romanzo 'Storie di un corpo'

Lo scrittore francese legge alcuni passi di "Storia di un corpo" scelti dal pubblico e parla dello spettacolo "Il sesto continente" in scena stasera allo Stabile

Daniel Pennac alle 21 di ieri era al Circolo dei Lettori e forse non c'era luogo migliore per presentare il suo nuovo libro "Storia di un corpo". Daniel "Pennacchioni" (in arte Pennac) racconta storie per tutte le età e infatti persone di ogni età si sono radunate nella sala grande di via Bogino 9 per ascoltarlo. Il suo nuovo libro è il diario di un ragazzo dodicenne che inizia a scrivere i suoi appunti nel 1936 e finisce nel 2010 all'età di 87 anni; il suo diario non parla però di emozioni, è un "Diario del corpo" che filtra le esperienze della vita attraverso il rapporto con la corporalità.

Il pubblico sceglie l'anno e lo scrittore francese legge ad alta voce una pagina del diario corrispondente a quell'anno con successiva lettura della traduzione da parte di Massimiliano Barbini. Più che una conferenza sembra una lettura collettiva in cui si esprimono i famosi 10 diritti imprescrittibili del lettore (elencati da Pennac nel saggio "Come un romanzo"): lo scrittore legge alcune pagine, ne salta altre, spizzica e si sofferma. Le persone in sala si divertono e applaudono: la traduzione appare spesso superflua, il suo francese è limpido. 
 
Stasera al teatro stabile andrà in scena lo spettacolo "Il sesto continente", prima nazionale della pièce sceneggiata da Pennac. Si parla anche di questo nella sala grande del Circolo dei Lettori, di un continente (il sesto) composto esclusivamente da rifiuti, prodotto della civiltà consumistica. Lo scrittore racconta come lo spettacolo sia nato dal lavoro di Lilo Baur e della compagnia di attori che improvvisando letteralmente una trentina di sketch hanno ispirato la struttura della pièce messa per iscritto da Pennac. Fra letture e retroscena il tempo passa; appena Pennac smette di parlare una lunga coda chiede l'autografo su decine di libri, un modo per riconfermare il patto inscindibile fra lettore e scrittore.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daniel Pennac a Torino racconta il suo nuovo romanzo 'Storie di un corpo'

TorinoToday è in caricamento