Turismo mordi e fuggi a Pasqua: ore di code per i musei ma alberghi vuoti

Sono numeri di tutto rispetto quelli registrati nei musei di Torino in questo week end pasquale. Unica pecca il fatto che in pochi hanno dormito negli alberghi della città

TORINO - I giorni di festa di Pasqua hanno confermato il trend in crescita dei turisti che scelgono Torino per le proprie vacanze. I musei, tanti, che la città offre fanno da vero e proprio traino. La cultura quest'anno ha fatto registrare numeri davvero alti, quasi in controtendenza con la crisi economica che stiamo attraversando.

Ma c'è chi, nonostante l'aumento del turismo, non sta lavorando di più. Stiamo parlando incredibilmente degli alberghi. In questi giorni i turisti hanno scelto il mordi e fuggi, oppure hanno pernottato in città per una o due notti al massimo. C'è ancora chi ha scelto il camper per avere un posto in cui dormire. Preoccupati per questo aspetto si sono detti Alessandro Comoletti, presidente torinese di Federalberghi e Maria Luisa Coppa, presidente dell'Ascom, che ha sottolineato come "nulla é successo in questi ultimi giorni per aiutare i consumi".

Come dicevamo i numeri dei musei sono in forte crescita. Solo al Museo Egizio, da venerdì a oggi sono entrati in 16.000 e questo nonostante il cantiere in corso e le oltre 2 ore di coda in certi momenti. Al Museo del Cinema i visitatori sono stati 13.700, al Museo dell'Auto dove c'é la mostra 'Le auto dell'Avvocatò, 10.000, a Palazzo Madama 3.026, alla Gam 1.661, al Borgo Medievale 1.324, al Mao-Museo d'arte orientale, 720.

Il record però continua ad essere della Reggia di Venaria: negli ultimi giorni sono stati staccati 21.732 tagliandi d'ingresso, il 27% in più di un anno fa. Molto gettonate sono state le mostre su Lorenzo Lotto e gli abiti di Roberto Capucci, insieme all'esposizione su La Barca Sublime che costituiscono il programma di quest'anno del 'Viaggio in Italia tutto in una Reggia', una sorta di viaggio nel bello italico. "Ha funzionato l'idea di programmare un'offerta diversificata di eventi in modo da accontentare target diversi - ha commentato Fabrizio Del Noce, presidente del Consorzio La Venaria Reale - questi dati confermano che La Venaria Reale si è posizionata stabilmente tra le mete principali del turismo europeo. Mi auguro che questi dati convincano le istituzioni coinvolte nel Consorzio a sostenere con entusiasmo la Reggia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento