Eventi

A Torino il Natale sarà all'insegna della solidarietà, Appendino: "È un momento difficile per la nostra comunità"

Anche i singoli cittadini potranno contribuire per aiutare i meno fortunati

A Torino il Natale sarà solidale. È questo il messaggio della Città di Torino per le festività di fine anno.  In un momento difficile come quello attuale l’Amministrazione comunale ha deciso di proseguire e incrementare ‘Torino Solidale’ il progetto nato a marzo in collaborazione con il Banco Alimentare del Piemonte, il Banco delle Opere di Carità e la Rete del privato sociale del territorio per tutelare le persone e i nuclei in situazione di fragilità personale, sociale ed economica. Un’iniziativa di rete per unire le forze e far fronte alle richieste che giungono da tante persone e famiglie che, a causa dell’emergenza sanitaria e della conseguente emergenza economica, stanno vivendo un momento particolarmente critico della loro esistenza.

Tutti possono contribuire

A ‘Torino Solidale’ possono contribuire anche i singoli cittadini sia con beni alimentari e di prima necessità, sia attraverso il conto corrente ‘solidarietà’ che il Comune ha aperto nella Banca Unicredit per raccogliere le donazioni. Fino a oggi il progetto ha agito su molteplici fronti sostenendo oltre 15mila famiglie grazie a una rete capillare e di prossimità che si è tradotta in 12 Snodi che hanno assicurato e garantiscono tuttora il rifornimento, lo stoccaggio di beni alimentari e di prima necessità e la distribuzione di pacchi alimentari.

È con questo spirito che nei primi giorni di novembre la Città ha stanziato un ulteriore contributo di 1 milione di euro e, in occasione delle feste, ha deciso di promuovere una campagna di comunicazione (dall’1 dicembre al 6 gennaio 2021) dal titolo ‘Torino Natale Solidale’ sia per favorire la raccolta fondi, sia per restituire ai cittadini l’atmosfera natalizia attraverso azioni concrete in aiuto di chi ha più bisogno. ‘Questo Natale è un’altra storia’ è il payoff della campagna di comunicazione che, partendo dall’attuale momento storico, vuole sottolineare l’opportunità di impegnarci tutti per scrivere una storia diversa e invitarci a non perdere la positività. Un insieme di azioni per richiamare l’attenzione in modo accattivante e coinvolgere le persone diffondendo in loro un messaggio che le faccia riflettere e le spinga ad azioni concrete di solidarietà.

'Mettiamoci il cuore'

Insieme al sostegno della Città, la vera forza di ‘Torino Natale Solidale’ è data dalle e dai cittadini. L’obiettivo della call to action ‘Mettiamoci il cuore’, infatti, è ritrovare tutti insieme il vero senso del Natale in un gesto di sentita e concreta solidarietà verso le persone che, oggi in particolare, ne hanno più bisogno. Alla potenza del messaggio ‘virale’ si unisce l’iconicità di un QR Code a forma di cuore ‘confezionato’ in un pacco dono natalizio che, rimandando al sito, www.nataleatorino.it, racchiude tutte le info sulla modalità per effettuare una donazione. Oltre alla campagna di comunicazione creata in occasione delle festività natalizie, ‘Torino Natale Solidale’ è anche il proseguimento e il rafforzamento con il contributo di Iren del progetto ’Torino Solidale’ che individua nel Natale l'occasione per sensibilizzare maggiormente la cittadinanza alla solidarietà e all'aiuto reciproco.

“Ci avviciniamo alle feste natalizie che quest’anno, a causa della pandemia e della necessità di contrastarne la diffusione, dovremo inevitabilmente trascorrere in modo diverso rispetto al passato – dichiara Chiara Appendino Sindaca di Torino -. Per la nostra comunità cittadina è certo un momento particolarmente difficile. E sono giorni che dobbiamo vivere, come ci ha indicato il Presidente Mattarella nel suo recente discorso all’Assemblea annuale dell’Anci, responsabilmente e con spirito di collaborazione e di solidarietà. Un invito accolto dalla Città di Torino che, proprio all’insegna della massima attenzione verso quelle famiglie che più soffrono gli effetti economici e sociali dell’emergenza sanitaria, ha deciso di trasformare in occasione di solidarietà le iniziative che non si potranno organizzare questo Natale".

E prosegue: "Al progetto Torino Solidale e alle attività dei suoi snodi che ogni mese consegnano generi alimentari e beni di prima necessità a migliaia di persone, sono state infatti destinate le risorse finanziarie che sarebbero servite per dare vita agli eventi di piazza da programmare nell’ambito della festività di fine anno e che, proprio per le conseguenze e le restrizioni da adottare necessariamente per contenere il contagio da covid 19, non si potranno svolgere”.

“Il Natale è dimenticare per un po' se stessi e trovare il tempo per gli altri, è lo spirito del dare senza il pensiero di ricevere. Lo stesso spirito - afferma Sonia Schellino, assessora alle Politiche Sociali della Città di Torino - che ha animato fin dai primi giorni della pandemia, a marzo, l'intera Rete di Torino Solidale con decine di associazioni e centinaia di volontari. Esprimo il mio apprezzamento per l'iniziativa che unisce tanti e diversi settori di questa Amministrazione nell'unico comune obiettivo di far trascorrere alle famiglie in difficoltà le festività natalizie con maggiore serenità e il conforto di non sentirsi sole”.

L'invito alla solidarietà

“In un periodo complesso come quello che stiamo vivendo, abbiamo ritenuto non percorribili le diverse ipotesi di celebrazioni natalizie che si erano delineate – spiega Francesca Leon, Assessora alla Cultura della Città di Torino -.  Quest’anno sarà necessariamente un Natale diverso e abbiamo quindi deciso, in accordo con l’Assessora Schellino e con tutta la Giunta, di dare alla nostra città un messaggio di solidarietà e vicinanza. Ci è parsa l'unica cosa giusta da fare in questo momento complicato ed incerto. Con l’aiuto della Fondazione per la Cultura Torino - ha spiegato - abbiamo deciso di utilizzare parte delle risorse destinate alle attività natalizie per regalare alla città una campagna di comunicazione che invitasse cittadini e aziende al dono e che facesse sentire tutti uniti in un gesto di solidarietà, nonostante la distanza. Il lavoro degli snodi è stato tantissimo, ma c’è ancora tanto da fare. Per accompagnare le nostre feste saranno anche proposte pillole musicali on line che accompagneranno le nostre feste, grazie al Coordinamento delle Associazioni Musicali e ARCI. Ci auguriamo che questo Natale 2020 a Torino sia solidale e capace di trasmettere vicinanza e senso di comunità".

Come aiutare

Chiunque si riconoscesse nel progetto ‘Torino Natale Solidale’ e volesse dare un proprio contributo potrà farlo effettuando un bonifico bancario a favore del Comune di Torino IBAN IT69L0200801033000104431330 - causale ‘Torino Solidale art. 66 dl 18/2020’. Anche Graphic Days ha aderito all'iniziativa ‘Torino Natale Solidale’ e per farlo ha individuato all'interno della sua grande community alcuni artisti che hanno accettato con entusiasmo e grande partecipazione di regalare una propria opera a supporto delle donazioni. Cecilia Campironi, Fernando Cobelo, Giovanni Gastaldi, Alice Serafino e Ilaria Urbinati firmeranno 5 soggetti diversi che diventeranno un messaggio di augurio e di speranza in forma di cartolina virtuale o fisica visibile sul sito www.nataleatorino.it e scaricabile dall’1 dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino il Natale sarà all'insegna della solidarietà, Appendino: "È un momento difficile per la nostra comunità"

TorinoToday è in caricamento