Mostre Rivoli

Minoli si dimette da presidente del Museo di Rivoli prima della superfusione

Non d'accordo con la decisione di accorpare sotto un'unica direzione il Museo e la Gam, Gianni Minoli ha rassegnato le proprie dimissioni a oltre un anno dal termine del proprio mandato. Il vertice per la decisione si terrà domenica

A pochi giorni dal vertice in cui si discuterà dell'unione della direzione tra la fondazioni della Gam e il Museo del Castello di Rivoli, il presidente di quest'ultimo, Giovanni Minoli, si è dimesso. Una decisione che non stupisce troppi, visto che Minoli, che aveva ancora un anno e tre mesi di mandato, non era d'accordo con la fusione.

"Caro Giovanni - ha scritto il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino -, colgo l’occasione della formalizzazione delle tue dimissioni da presidente del Museo di Rivoli - come peraltro avevamo in qualche modo convenuto nel nostro gentlemen's agreement di qualche tempo fa - per rinnovarti non solo la mia stima e amicizia ma, quel che più conta in questo caso, la gratitudine mia e dell’istituzione che rappresento per aver condotto con equilibrio e sapienza il Museo in un momento assai complesso, fino all’esito ormai prossimo che, come tu dici, sicuramente rafforzerà la funzione e l’attrattività di questo vero e proprio punto di eccellenza nel panorama internazionale dell’arte contemporanea".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minoli si dimette da presidente del Museo di Rivoli prima della superfusione

TorinoToday è in caricamento