Mostre

Castello di Rivoli, in esposizione il Narciso di Caravaggio

Ieri l'allestimento

L'allestimento del Narciso al Castello di Rivoli (foto Facebook @Castello di Rivoli)

Il Museo di Rivoli- Museo d'Arte Contemporanea ha riaperto ieri, 6 maggio con l'inaugurazione dell'allestimento di Narciso (1597-1599), capolavoro di Caravaggio proveniente dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, in occasione della mostra Espressioni. Evento che era già in programma nel novembre scorso, nell'ambito della mostra 'Sex' dell'artista tedesca Anne Imhof, nella Manica Lunga del Castello, e tuttora in corso, ma che è stato evidentemente rimandato per l'emergenza sanitaria. 

Così, oltre al San Giovanni Battista di Caravaggio ai Musei Reali, gli appassionati d'arte potranno anche ammirare l'altra sua opera a Rivoli. Espressioni, a cura di Carolyn Christov-Bakargiev con Fabio Cafagna e Marianna Vecellio, presenta le opere di oltre cinquanta artisti di epoche storiche diverse, provenienti da più parti del mondo. 

Tra queste, oltre al Narciso di Caravaggio, figurano Cristo crocifisso tra Papa Urbano V e San Giacomo, c. 1395-1399, di Simone dei Crocifissi (Collezione Cerruti); Scena Allegorica, c. 1521- 1522, del pittore manierista Dosso Dossi (Fondazione Giorgio Cini, Venezia);  La Maddalena penitente, c. 1645, del pittore barocco Andrea Vaccaro e Sansone e Dalila, c. 1630-1638, di Artemisia Gentileschi (Gallerie d’Italia, Napoli); il San Lorenzo, c. 1640-1649, di Jusepe de Ribera; l’edizione completa del 1863 dei Desastres de la Guerra di Francisco Goya y Lucientes; La Pazza, 1905 di Giacomo Balla (Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma) e il Ritratto di Viktor Ritter von Bauer, 1917, di Egon Schiele (Collezione Cerruti).

Saranno anche in mostra Due cavalli, 1927, di Giorgio de Chirico (Collezione Cerruti); una serie di maschere e oggetti Dogon del Mali realizzate tra il Settecento e il primo Novecento, e una splendida maschera Ngil della civiltà Fang del Gabon precedente al 1930 (Collezioni private).  E molto altro. 

Per poter visitare il Museo durante il weekend è necessario effettuare la prenotazione almeno 24 ore prima. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castello di Rivoli, in esposizione il Narciso di Caravaggio

TorinoToday è in caricamento