menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Leonardo. Il genio, il mito": inaugurata la mostra a Venaria

Da questa mattina sono iniziate le visite alla Scuderia Juvarriana per la mostra che chiude i festeggiamenti dei 150 anni d'Italia su Leonardo da Vinci. Un evento sul genio di uno dei più grandi geni della storia

E' stata inaugurata questa mattina la Mostra "Leonardo. Il genio, il mito" presso la Scuderia Juvarriana accanto alla Reggia di Venaria. "Non poteva che chiudersi con una mostra su Leonardo Da Vinci il 150esimo anno d'Italia - dice il Direttore della Reggia, Alberto Vanelli - Questo è un evento assolutamente eccezionale". La soddisfazione per ciò che nei prossimi due mesi e mezzo porterà migliaia di visitatori a Venaria è palese nel volto degli organizzatori e dei curatori della mostra. Riuscire a mostrare il famosissimo e inestimabile autoritratto di Leonardo da Vinci è infatti un'occasione rarissima, dato che solitamente l'opera è custodita nella Biblioteca Reale.

Per la prima volta viene esposto l'Autoritratto del genio italiano in una grande mostra con le opere degli artisti che, nel corso dei secoli, si sono ispirati a Leonardo. "Nella mostra non c'è solo l'Autoritratto del Da Vinci, ma c'è tutta la sua opera, i suoi studi e la tecnologia che studiava all'epoca. Il disegno - aggiunge Paola Salvi, una delle curatrici - è forse più importante dei suoi dipinti perché si capisce il suo genio". E infatti all'interno dei corridoi sono esposti moltissimi disegni in cui Leonardo, tra il 1400 e 1500, studiava le anatomie di animali e uomini, oppure le macchine da combattimento.



In prima fila alla presentazione della mostra anche Piero Angela, colui che aveva azzardato che ci fosse un altro autoritratto tra le pagine del "Codice sul volo degli uccelli". "Il mio contributo - dice il presentatore storico di Super Quark - è dato da un video in cui, all'interno della mostra, spiego e analizzo insieme ai Ris dei Carabinieri questo probabile secondo autoritratto di Leonardo da giovane. Usando un sofisticato programma abbiamo ringiovanito il volto dell'artista e sovrapposto a quello trovato negli studi fatti dal genio Da Vinci. I due visi sembrano proprio combaciare".

Da qui a fine gennaio la mostra sarà visitabile. Il Direttore della Reggia di Venaria fa sapere che, nonostante le moltissime prenotazioni - si stimano già oltre 25 mila biglietti acquistati - si cercherà di far assistere tutti a questo evento: la mostra di Leonardo da Vinci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento