rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Mostre Centro / Piazzetta Reale, 1

Joan Mirò a Palazzo Chiablese, sogni e colori di Maiorca

In mostra le opere ispirate alla sua isola

"Mirò! Sogno e colore" è arrivata a Palazzo Chiablese e ci resterà fino al 14 gennaio. 130 opere, quasi tutti olii di grande formato, suddivise in cinque sezioni, che giungono in prestito dalla Fundació Pilar i Joan Mirò di Maiorca. Dopo le mostre dedicate a Tamara De Lempicka e a Toulouse-Lautrec, Arthemisia e i Musei Reali propongono la straordinaria esposizione dedicata a uno dei massimi interpreti del 900, che approfondisce il momento più felice della ricerca dell'artista catalano. 

Un legame inscindibile con Maiorca 

Un excursus tra il 1956 e il 1983, l'ultima sua tappa di creazione artistica, che mette in evidenza le radici storiche e visive alimentatrici della mostra. Il periodo protagonista dell'esposizione, tra quadri, sculture e lavori di pittura materica - quelli fatti con le dita -,  è in particolare legato alla sua isola dove Mirò si trasferì definitivamente nel 1956 e dove si dedicò ai temi prediletti: paesaggi monocromi, uccelli, occhi e figure di donne. Maiorca si vede nei colori di terra e di azzurro, si percepisce nelle figure geometriche, si respira nel legame inscindibile tra silenzio e natura, i più grandi ispiratori dell'artista. A Palazzo Chiablese è evidente un Mirò diverso ma forse quello più vero: riflessivo e tranquillo ma più maturo e sicuramente innovativo. 

Cinque le sezioni che i visitatori potranno ammirare: Radici, Principali influenze artistiche di Mirò, Gli ambienti in cui creava, La metamorfosi plastica e Vocabolario di forme. Tra i capolavori in mostra, alcuni tra i più noti dell'artista catalano, "Oiseaux", "Femme dans la Rue" e "Femme au Clair de Lune". Nell'ultima sala, un'originale proiezione sul soffitto delle forme e dei colori di Mirò, di cui i visitatori potranno godere restando letteralmente sdraiati su un grande letto circolare. 

VIDEO - un assaggio della mostra

"Ci impegneremo per avere altri eventi come questo" 

Alberto Sacco, assessore al Turismo della città di Torino, presente all'inaugurazione della mostra, ha espresso la sua soddisfazione : " L'Assessorato alla Cultura lavora da mesi a questo grande progetto. L'arte è fondamentale per alimentare turismo ed enogastronomia. Cercheremo di creare nuovi eventi - ha promesso Sacco - , pur con poche risorse, del calibro di questo". L'assessore ha poi reso noti i dati di occupazione degli hotel nell'ultimo mese che hanno fatto registrare un incremento del 9,6%. "Dato positivo che mi soddisfa - ha concluso - . Il lavoro di equipe, portato avanti da Leon, Parigi e Pagella, come è evidente, sta dando risultati importanti". 

E con la mostra di Mirò, il legame con i Musei Reali diventa più stretto. Con il biglietto d'ingresso  ai musei ci sarà infatti uno sconto di 2 euro per visitare la mostra e viceversa. 

Mirò, la mostra a Palazzo Chiablese

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Joan Mirò a Palazzo Chiablese, sogni e colori di Maiorca

TorinoToday è in caricamento