menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La metafisica di Giorgio De Chirico e gli artisti contemporanei in mostra alla Gam

Fino al 25 agosto

E' considerata una delle mostre-evento di quest'anno quella che inaugura il 18 aprile alla Gam di Torino. Fino al 25 agosto infatti, negli spazi espositivi di via Magenta, si potrà visitare "Giorgio De Chirico: ritorno al futuro", curata da Lorenzo Canova e Riccardo Passoni. A confronto i lavori del grande artista, padre della metafisica, e quelli degli artisti contemporanei che hanno trovato ispirazione nella sua opera. In esposizione ci saranno un centinaio di opere provenienti da diverse collezioni private, musei e fondazioni che accompagneranno il visitatore in un viaggio interessante dagli anni 60 fino alla Pop Art di Andy Wharol, Ugo Nespolo, Valerio Adami, Tano Festa, Mario Schifano, Gino Marotta e molti altri.

La metafisica di Giorgio de Chirico infatti, nella sua visione originaria e futuribile, ha influenzato atteggiamenti e generi differenti, non solo nel campo delle arti visive, ma anche della letteratura, del cinema, delle nuove tecnologie digitali, arrivando fino a confini inattesi come videogiochi e videoclip, in un interesse globale che va dall'Europa agli Stati Uniti fino al Giappone. Oltre a De Chirico, in mostra si vedranno i lavori di Renato Guttuso, Fabrizio Clerici, Ruggero Savinio; quelli degli esponenti dell'arte povera, Michelangelo Pistoletto e Giulio Paolini e i quadri degli artisti internazionali Philip Guston, Bernd e Hilla Becher ed Henry Moore. La mostra inoltre presenta un’animazione digitale di Maurice Owen e Russell Richards.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento