"I tuareg tra mari di sabbia e rocce", la mostra a Pinerolo

A Pinerolo, sino al 25 febbraio, è possibile visitare l’interessante mostra intitolata “Sahara. Mari di sabbia e rocce”, allestita in due spazi contemporaneamente: La Chiesa di Sant’Agostino e la Biblioteca Civica Alliaudi. La mostra è dedicata alle genti che sin dall’antichità abitarono il Sahara ma anche all’arte rupestre che è restata come testimonianza del loro passaggio, in particolare sull’Atlante marocchino e nei territori montuosi dell’Agadir.

Un viaggio entusiasmante alla scoperta dei Tuareg e dei Berberi, dell’arte rupestre disseminata nelle caverne sahariane, degli spazi infiniti e terribili di questo grande deserto africano. Una mostra di grande interesse culturale, organizzata dal Cesmap e dal Museo Civico di Archeologia e Antropologia. Visitabile ad ingresso libero, tutti i giorni, su prenotazione. Tel 0121-794382

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • A Carnevale la Reggia di Venaria resta aperta fino alle 19

    • dal 12 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Reggia di Venaria

I più visti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento