MateriaMetamorphosis, il gioiello e la natura da Creativity Oggetti

Creativity Oggetti, spazio d'avanguardia nell'arte e nel design, è lieta di presentare MateriaMetamorphosis, un progetto a cura di Susanna Maffini e Paola Stroppiana: 14 autori di gioiello contemporaneo, provenienti da 12 paesi. Gli artisti internazionali coinvolti sono: Raluca Buzura (Romania), Corrado De Meo (Italia), Clara Del Papa (Venezuela), Gésine Hackenberg (Olanda), Satomi Kawai (Giappone), Anna Król (Polonia), Seulgi Kwon (Corea), Jounghye Park (Corea), Daniella Saraya (Israele), Nicole Schuster (Germania), Rita Soto (Cile), Luca Tripaldi (Italia), Flóra Vági (Ungheria), Snem Yildirim (Turchia).

Il gioiello imita le espressioni della natura nelle sue manifestazioni “di transito” e lo fa nei dettagli, nelle macchie, nei detriti, nelle lacerazioni, nei materiali aggregati dal caso e usurati dal tempo e dagli agenti chimici, ma anche nella proposta di materiali sintetici che parlano di una dimensione Post-Naturale, dove la natura ricreata in laboratorio è “vera più del vero” e convive armonicamente con i materiali realmente naturali.

In MateriaMetamorphosis la Natura e il processo creativo sono equiparati nel ruolo di oggetto d’indagine dell’artista, entrambi espressione di un diverso e parallelo concetto di metamorfosi; dall’osservazione della materia e del processo che la trasforma, ma anche del pensiero e dell’universo emozionale che sottende ad esso e che inevitabilmente si evolve in parallelo alla trasformazione dei materiali, è possibile ricostruire e individuare nuove dinamiche processuali con cui nuovi gioielli prendono vita, e spesso sorprendono nel loro polimorfismo lo stesso artefice, come gli straordinari esemplari esposti in mostra dimostrano.

“Con MateriaMetamorphosis vogliamo portare a Torino una mostra di gioiello contemporaneo con 14 artisti della scena internazionale. Tra sperimentazione e Post-Natural, la metamorfosi della natura al centro del processo creativo trova espressione in forme inedite da indossare”. dichiarano Susanna Maffini e Paola Stroppiana, curatrici dell’esposizione. Nel lavoro degli autori selezionati è possibile individuare un ideale filo rosso che ne caratterizza la ricerca: il rapporto personale e unico tra l’artista-alchimista e il materiale impiegato, materiale che può essere minerale, vegetale, tessuto, “prezioso”, sintetico. Esso è soggetto e al contempo strumento creativo: l’artista segue o scompone le leggi del ritmo insito in esso, e le riproietta in forma inedita con un processo fatto di sperimentazione, attesa, sorpresa.

Il ritmo è suggerito dalla Natura stessa: c’è un ritmo nel fiore, nel microanimale, nel corpo in movimento, nel mondo minerale: l’ornamento è inteso nel suo rapporto funzionale con il corpo e la sua collocazione di oggetto nello spazio, entrambi espressione finali del suo divenire. La Natura non è vista come un catalogo di forme da riprodurre, ma è considerata nel suo costante stato instabile, di mutamento strutturale e metafisico, persino poetico. L’uso di materiali eterogenei nel campo del gioiello contemporaneo è un aspetto per molti versi nodale nella pratica artistica e ha aperto, negli ultimi anni, a inediti scenari di ricerca. Nuovi prodotti e nuove soluzioni formali hanno segnato il cambiamento culturale dell’età Postmoderna: la preziosità non è veicolata solo dal valore intrinseco ma dall’idea e dal progetto. Un raffinato linguaggio poetico si unisce ad un’attenta ricerca sui materiali, portati spesso oltre ai loro limiti grazie ad ardite sperimentazioni e nuove tecnologie.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • A Carnevale la Reggia di Venaria resta aperta fino alle 19

    • dal 12 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Reggia di Venaria

I più visti

  • Tuliparty, al via la terza edizione: uno 'scorcio d'Olanda' a Pianezza

    • dal 27 marzo al 25 aprile 2021
    • vivaio
  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento