Provincia Incantata, visite al Castello Marchierù e a Casa Lajolo

Casa Lajolo - il giardino

 Ma prima della pausa estiva ci sarà ancora tempo per fare tappa domenica 28 luglio al castello Marchierù di Villafranca Piemonte e alla Casa Lajolo a Piossasco. Nei siti e nelle dimore storiche è protagonista delle visite guidate una squadra investigativa tutta particolare: i “Si Che Sai” di Torino, esperti in segreti e misteri insoluti.

Il castello Marchierù ha una storia millenaria ed è arrivato intatto fino a noi, senza vendite, permute o imponenti ristrutturazioni, passando di mano in mano per diritto ereditario all’interno di una famiglia che ha attraversato gli avvenimenti dell’ultimo millennio. In questo contesto magicamente medievale si muoveranno gli agenti della squadra speciale dei “Si che Sai” che, oltre indagare sui misteri che circondano la storia del castello, andranno alla scoperta dei vini del territorio a partire da sua maestà la Barbera locale, abbinata con prodotti tipici rispettosi della biodiversità.

Il ritrovo è alle 15,30 all’ingresso del castello, in frazione San Giovanni 77 a Villafranca Piemonte. La partecipazione alla visita teatrale è gratuita, ma è previsto un biglietto d’ingresso alla dimora che costa 6 Euro. La degustazione finale costa 5 Euro. La durata del percorso è di circa un’ora. La prenotazione è obbligatoria sino ad esaurimento dei 40 posti disponibili.

Casa Lajolo è invece una villa settecentesca di Piossasco. All’esterno si possono visitare il giardino, l’orto e il tradizionale “prà giardin”. Il giardino all’italiana è stato recentemente inserito dal FAI tra i beni da scoprire in Piemonte. È articolato su tre livelli collegati da scale in pietra. Al livello più alto vi è il piazzale prospiciente la casa padronale, delimitato da siepi di bosso, che caratterizzano più diffusamente il secondo livello. Questo a sua volta è suddiviso in due parti: un giardino all’italiana simmetrico, caratterizzato dalla presenza di un boschetto di tassi che crea una quinta verde, e un giardino all’inglese. Il terzo settore ospita un frutteto e il pergolato.

Il percorso teatrale, oltre a svelare misteri e segreti della casa, consentirà di apprezzare alcuni rari e storici vini autoctoni pinerolesi, l’Eli Brut e il Finisidum, un blend di antichi vitigni locali. La prenotazione è obbligatoria sino all’esaurimento dei 45 posti disponibili. La visita dura circa un’ora, con il ritrovo fissato per le 21 in via San Vito 22-23 a Piossasco. Sono previsti un biglietto di ingresso alla dimora e un costo di 5 Euro per la degustazione finale.

La successiva visita guidata ad una dimora storica sarà quella al castello dei marchesi Romagnano di Virle, in programma domenica 25 agosto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • Fondazione Torino Musei: Palazzo Madama, Gam e Mao sono aperti

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Mao, Palazzo Madama e Gam
  • Villa della Regina riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 2 febbraio al 30 aprile 2021
    • Villa della Regina

I più visti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento