Martedì, 21 Settembre 2021
Eventi

"Make sense campaign" Europa dal 23 al 27 settembre

Promossa dalla European Head and Neck Society

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Dal 23 al 27 settembre si terrà la campagna europea “Make sense Campaign”dei tumori della testa e del collo, organizzata tra gli altri in Italia dal professor Giovanni Succo (Direttore di Otorinolaringoiatria e chirurgia Cervico-Facciale dell'ospedale San Luigi di Orbassano - Dipartimento di Oncologia dell'Università degli Studi di Torino e Segretario Generale dell’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica). Un ambulatorio mobile attrezzato dell'Associazione AIOCC farà tappa nelle città italiane (compresa Torino giovedì 26 settembre davanti all'ingresso di corso Bramante dell'ospedale Molinette) per sottoporre i cittadini a visite e controlli gratuiti di prevenzione contro i suddetti tumori. La Campagna “Make Sense” è un'iniziativa unica e trascinante promossa dal Presidente della Società Europea dei tumori Testa Collo (European Head and Neck Society, EHNS), il professor Jean -Louis Lefebvre, e dal Segretario Generale della EHNS, professor C. René Leemans.

Ha lo scopo di aumentare la consapevolezza dei sintomi legati ai tumori della testa e del collo, portando così a diagnosi e trattamento precoci.

“Tumori della testa e del collo” è un modo di descrivere qualsiasi tipo di tumore che origini nella regione della testa o del collo, ad eccezione di occhi, cervello, orecchie ed esofago. Di solito origina nelle cellule  delle superfici di rivestimento della testa e del collo, come la mucosa di bocca, naso e gola, altrimenti dette Vie Aero- Digestive Superiori o VADS.

In Italia la Campagna  Make Sense è sponsorizzata dal Presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC), professor Renzo Corvò (radioterapista di Genova) e dal  Segretario Generale dell’AIOCC, professor Giovanni Succo (chirurgo oncologo di testa e collo di Torino).
La campagna “Make Sense”, che significa letteralmente “dare un senso ai tumori della testa e del collo”, mira ad aumentare la consapevolezza dei tumori della testa e del collo e, come scopo finale, migliorare i risultati per i pazienti. Ciò avverrà attraverso:

- Educazione alla prevenzione delle malattie
- Guidare alla comprensione dei segni e dei sintomi della malattia
- Incoraggiare un precoce riferimento al medico e quindi una precoce diagnosi ed inizio del trattamento

La probabilità teorica individuale di avere una diagnosi di tumore nel corso della vita si chiama rischio cumulativo. Per quanto riguarda i tumori del distretto delle vie aero-digestive superiori – il tipo di tumore più rilevante fra i tumori di testa e collo - si osserva come ogni 38 uomini uno si ammalerà (teoricamente) di un tumore alle vie aero-digestive superiori (bocca, gola, laringe, corde vocali), mentre solo una donna ogni 176 svilupperà lo stesso tipo di tumore.

I tumori della testa e del collo sono il sesto cancro più comune in Europa. Si tratta di circa la metà dei tumori del polmone, ma due volte più comune di cancro del collo dell'utero. Ci sono stati più di 150.000 nuovi casi diagnosticati in Europa nel 2012, che è l'equivalente di due volte la capienza dello stadio Olimpico di Londra. Il cancro delle vie aero-digestive superiori (VADS) è una malattia sempre più comune ma tuttavia ancora poco nota alla popolazione generale, che di regola associa tale patologia al rischio di perdere la voce (associazione di idee fra cancro della gola  = Tracheostomia o buco in gola = perdita della voce).

Secondo AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori) nel nostro Paese - anno 2013 - i casi delle VADS hanno sfiorato i 10.000 casi/anno, dimostrando che questa malattia è motivo di seria preoccupazione. Tre sono le cause principali del cancro delle VADS: tabacco, alcol ed il  papillomavirus umano ( HPV).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Make sense campaign" Europa dal 23 al 27 settembre

TorinoToday è in caricamento