rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Eventi Centro / Via Roma

Le Luci d'Artista tornano a illuminare Torino: venerdì l'inaugurazione

Sono 25 le installazioni in giro per la città

Gli anni passano ma le tradizioni restano. A Torino, da venerdì 29 ottobre, si illuminano di nuovo le Luci d'Artista, primo appuntamento del cartellone di Contemporary Art 2021

La città, fino al 9 gennaio, si trasformerà nuovamente in un museo a cielo aperto offrendo al pubblico la possibilità di ammirare le installazioni luminose di artisti di fama internazionale.

L'inaugurazione

L'inaugurazione di Luci d'Artista 2021 si terrà proprio venerdì 29 ottobre, alle ore 18.30, nel Gran Salone dei Ricevimenti di Palazzo Madama in piazza Castello in presenza delle autorità cittadine - e per la prima volta del neo sindaco Stefano Lo Russo - , degli sponsor, dei sostenitori e dei partner che collaborano alla realizzazione della manifestazione.

Inoltre, in collegamento con le Circoscrizioni 2, 3, 4 e 6, saranno presentate le iniziative educative-culturali previste nel programma del progetto "Incontri Illuminanti con l'Arte Contemporanea", parte del 'public program' di Luci d'Artista, intitolato quest'anno 'TrasformAzioni'.

Le installazioni

Sono 25 le opere luminose fruibili in questa edizione, 14 allestite nel Centro città e 11 nelle altre Circoscrizioni.

Da 'Cosmometrie' di Mario Airò in piazza Carignano, schemi simbolici e geometrici proiettati sulla pavimentazione urbana a 'Vele di Natale' di Vasco Are in piazza Foroni, zona mercato rionale (Circoscrizione 6); 'Ancora una volta' realizzata con materiali ecosostenibili e fonti luminose a basso consumo energetico dall'artista piemontese Valerio Berruti in via Monferrato (Circoscrizione 8).

E poi 'Tappeto Volante' di Daniel Buren in piazza Palazzo di Città, centinaia di cavi d'acciaio paralleli reggono una 'scacchiera' di lanterne cubiche basata su colori primari, il bianco il rosso e il blu (gli stessi della bandiera francese): l'opera sarà fruibile a partire dal 12 novembre 2021 per consentire il termine dei lavori di ristrutturazione degli edifici che si affacciano sulla piazza.

E ancora, 'Volo su?' di Francesco Casorati, un filo rosso in flex-neon sostenuto da sagome geometriche di uccelli fiabeschi nell'area pedonale di via Di Nanni (Circoscrizione 3); 'Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime' di Nicola De Maria, lampioni tramutati in fiori luminosi in piazza Carlina; 'Giardino Barocco Verticale' di Richi Ferrero, leggere emissioni luminose che restituiscono alla memoria il segno caratteristico delle aree comuni di un giardino ormai scomparso in via Alfieri 6 - The Number 6 (antico Palazzo Valperga Galleani);.

'L'energia che unisce si espande nel blu' di Marco Gastini, un intrigo di simboli e segni grafici di colore blu e rosso che si incontrano sul soffitto nella Galleria Umberto I; 'Planetario' di Carmelo Giammello, globi illuminati di varie dimensioni collegati da sottili tubi al neon e circondati da un pulviscolo di piccole luci in via Roma; 'Migrazione (Climate Change)' di Piero Gilardi, 12 sagome di pellicani applicate a una rete sospesa verticalmente che si illuminano e si spengono gradualmente, seguendo un algoritmo di controllo nella Galleria San Federico.

E ancora le panchine 'Illuminated Benches' di Jeppe Hein in piazza Risorgimento (Circoscrizione 4) e i 'Piccoli Spiriti Blu' di Rebecca Horn al Monte dei Cappuccini (Circoscrizione 8) e tutte le altre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Luci d'Artista tornano a illuminare Torino: venerdì l'inaugurazione

TorinoToday è in caricamento