Eventi

Luci d’Artista 2015 a Torino, il 31 ottobre al via la 18esima edizione

Torna l’appuntamento con Luci d’Artista, l’evento che illumina Torino e mette in mostra opere che interagiscono con gli spazi pubblici della città. Le installazioni, riconosciute in tutto il mondo, sono diventate un importante simbolo della città

Sabato 31 tornano le Luci d’Artista, l’evento di punta del programma ContemporaryArt Torino giunto alla sua diciottesima edizione. Peculiarità della rassegna è mettere in mostra opere che interagiscono con gli spazi pubblici - vie e piazze di Torino - con allestimenti d’arte realizzati utilizzando l’elemento luce come mezzo di espressione. Le installazioni, riconosciute in tutto il mondo, sono diventate un importante simbolo della città

Le opere della collezione che si potranno ammirare quest’anno sono: Vele di Natale di Vasco Are in via Lagrange; Ancora una volta di Valerio Berruti in via Accademia delle Scienze; Palle di neve di Enrica Borghi in via Carlo Alberto; Volo su… di Francesco Casorati in via Pietro Micca e via Cernaia; Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime di Nicola De Maria in piazza San Carlo; Giardino Verticale, Giardino Barocco, Come se a Torino ci fosse il mare e La Maschera di Richi Ferrero in via Alfieri 6-Palazzo Valperga Galleani; L’energia che unisce si espande nel blu di Marco Gastini in Galleria Umberto I (Porta Palazzo); Planetario di Carmelo Giammello in via Roma; Migrazione - Piero Gilardi (nuova opera) in Galleria Subalpina; Illuminated Benches di Jeppe Hein in piazza Carignano; Piccoli Spiriti Blu di Rebecca Horn al Monte dei Cappuccini; Cultura=Capitale di Alfredo Jaar in piazza Carlo Alberto 3 (facciata Biblioteca Nazionale); Luì e l’arte di andare nel bosco di Luigi Mainolfi in via Garibaldi; Il volo dei numeri di Mario Merz sulla cupola della Mole Antonelliana; Vento solare di Luigi Nervo  Porta Palatina; L’amore non fa rumore di Domenico Luca Pannoli in piazza Bodoni; Palomar di Giulio Paolini in via Po; Amare le differenze di Michelangelo Pistoletto sull’Antica Tettoia dell’Orologio a Porta Palazzo; My noon di Tobias Rehberger in piazza Palazzo di Città (accesa tutto il 2015 in omaggio al gemellaggio “Torino incontra Berlino”) e Luce fontana ruota di Gilberto Zoiro al Laghetto Italia ’61.

Le vostre Luci d'Artista

La novità di quest’anno è rappresentata dall’opera “Migrazione” dell’artista torinese Piero Gilardi, direttore artistico del PAV, Centro sperimentale d’arte contemporanea. Il progetto si riferisce alle grandi migrazioni animali causate dal riscaldamento globale. Nell’installazione è rappresentato uno stormo di pellicani che migra in volo alla ricerca di climi più freschi. Sono disegnate 12 sagome di pellicani sospesi all’interno della Galleria.

Due le opere ospiti delle Città di Salerno: “Mosaico” di Enrica Borghi, già ospitata a Torino durante l’edizione 2009/2010, e “Il Mito” di Nello Ferrigno. Le due installazioni saranno rispettivamente in via Montebello e via Verdi e in via San Francesco d’Assisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luci d’Artista 2015 a Torino, il 31 ottobre al via la 18esima edizione
TorinoToday è in caricamento