"Ghirlanda e altri mondi", Lorenzo Mattotti al Museo Civico Garda di Ivrea

Il Museo Civico Garda di Ivrea ospiterà dal 3 giugno al 9 dicembre 2017 la mostra Lorenzo Mattotti: Ghirlanda e altri mondi.  
Disegnatore, pittore, illustratore, viaggiatore e molto altro ancora, Lorenzo Mattotti è probabilmente uno dei più conosciuti artisti italiani all’estero e collabora con diverse testata internazionali tra cui Le Monde e il New Yorker. Molti dei suoi lavori sono stati pubblicati ed esposti in tutto il mondo e attraverso le sue opere in bianco e nero o le sue tavole coloratissime trasporta spesso i visitatori di ogni latitudine in mondi eclettici e surreali. 
Il percorso di Ghirlanda e altri mondi, come altre mostre dell’artista, conferma la capacità di trasportare il visitatore in uno spazio atemporale, enigmatico e visionario. La mostra si articola in quattro sezioni legate a questi mondi onirici e fantastici, le prime due incentrate su classici della letteratura italiana che hanno ispirato il genio di Mattotti: L’Orlando Furioso e Pinocchio.

I personaggi, le imprese di valorosi cavalieri dell’immaginario ariostesco emergono graffianti nel turbinio di immagini della prima sezione della mostra per restituirci il personaggio di Orlando reinterpretato in chiave contemporanea. Gli inchiostri di Mattotti sono il frutto della sua personale ricerca nell’interiorità percepibile nel segno scuro, cupo dei neri e dei seppia che caratterizza il suo immaginario Orlando Furioso. Si delinea così un viaggio che è al tempo stesso interiore ed esteriore: una discesa nel buio della mente del protagonista, ottenebrata dalla follia, e in paesaggi enigmatici che sfidano il lettore a decifrarli.

Ad un altro classico della letteratura per ragazzi, Pinocchio, è dedicata la seconda sezione della mostra. Le colorate tavole realizzate per dare vita alle indimenticabili scenografie dell’omonimo film di Enzo D’Alò (2012) si affiancano qui alle drammatiche immagini del volume Le avventure di Pinocchio (Rizzoli Milano Libri 1991; Fabbri editori 2002; Einaudi, 2008), testimonianza del work in progress di un artista che nella storia di Collodi sembra trovare i nodi originari della propria ispirazione.

Dal caleidoscopico mondo di Pinocchio la mostra ci fa addentrare in quello fantastico del Mistero delle Antiche Creature, come il Gatto Falena, i Pesci Cervo, il Trillo Albino, l’Airone Lepre, la Piuma della Notte sono ritratti ognuno nel suo habitat naturale, o meglio surreale. Affascinanti creature che rivivono in una sorta di gioco di specchi, un bestiario che prende vita in vibranti pastelli. Una contrapposizione tra la quotidianità e un mondo altro, innocente e incontaminato, al quale si può accedere solo se si ha il coraggio di oltrepassare il muro che ne segna il confine. 

Conclude la mostra la sezione dedicata all’ultimo sforzo creativo di Mattotti durato ben dieci anni Ghirlanda, dove i disegni in bianco e nero dell’illustratore si uniscono ai testi di Jerry Kramsky (già scrittore del testo del “Mistero delle Antiche Creature e da sempre sodale dell’Artista). Con queste immagini, morbide e suggestive Mattotti ci regala un universo allegorico in cui ha ritrovato l’antico piacere di disegnare. Completamente eseguite a china le tavole di Ghirlanda emergono dai taccuini di schizzi che Mattotti realizza dall’inizio della sua carriera e che denotano un’evoluzione artistica leggera, giocosa, vitale e piena di senso del meraviglioso. La mostra è stata allestita con il contributo della Fondazione Guelpa di Ivrea e della Fondazione CRT e con il patrocino della Regione Piemonte e della Città di Ivrea.  Realizzata in collaborazione con La grande invasione e la Galerie Martel di Parigi.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Helmut Newton, la grande fotografia alla Gam fino a settembre

    • dal 30 gennaio al 27 settembre 2020
    • GAM - Galleria d'Arte Moderna
  • Reggia di Venaria, riaprono i giardini

    • dal 23 maggio al 31 ottobre 2020
    • Giardini Reggia di Venaria
  • "Cinemaddosso. I costumi di Annamode da Cinecittà ad Hollywood" alla Mole

    • dal 14 febbraio 2020 al 18 gennaio 2021
    • Museo del Cinema

I più visti

  • Visite animate e gratuite a Palazzo Cisterna: il calendario del 2020

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 19 dicembre 2020
    • Palazzo Cisterna
  • Passeggiata facile in media montagna, sul Sentiero degli Orridi

    • dal 4 maggio al 31 ottobre 2020
  • A piedi o in bici sul Sentiero Ritrovato: si parte da Chiusa San Michele

    • dal 4 maggio al 30 novembre 2020
    • Borgata Bennale
  • Escursioni, Sentiero della Decauville per raggiungere il Lago di Malciaussia:

    • dal 4 maggio al 30 settembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    TorinoToday è in caricamento