"Life is pink", un mese in rosa per la lotta ai tumori femminili fra eventi e personaggi famosi

Si tratta della campagna di sensibilizzazione della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro

L'illuminazione della Mole e le ricercatrici di Candiolo

La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo lancia, durante tutto il mese di ottobre, "Life is pink", la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore della lotta contro i tumori femminili, giunta alla terza edizione. Questa speciale iniziativa ha permesso finora di raccogliere circa 400mila euro, attraverso una serie di eventi e momenti dedicati ai quali parteciperanno alcuni personaggi dello sport e dello spettacolo. Tra questi anche la madrina della Fondazione, la showgirl Cristina Chiabotto. 

Eventi

Il "mese rosa" ha preso il via il 1°ottobre con l'illuminazione in rosa della Mole Antonelliana, cui hanno partecipato il direttore scientifico dell'Istituto di Candiolo,  Anna Sapino, insieme e quattro giovani ricercatrici. Tra le iniziative principali dedicate alla campagna 2020, c'è la Pro-Am della Speranza "The Green is Pink" che si svolgerà il 13 ottobre al Royal Park I Roveri. Vi prenderanno parte 18 squadre, in rappresentanza di altrettante aziende che hanno aderito all'iniziativa benefica. 

Iniziative e partners

Anche quest’anno, il progetto “in rosa” vedrà il coinvolgimento di numerose aziende e partner, che scelgono di schierarsi in prima linea al fianco della Fondazione. A colorarsi di rosa  per sostenere l'iniziativa anche la Torino Fashion Week. Fino al 9 ottobre, per tutta la durata dell'iniziativa "digitale", la campagna "in rosa" della Fondazione caratterizzerà tutte le sfilate che si terranno a porte chiuse presso La Rinascente Torino e che avranno per protagonisti i fashion designer torinesi, italiani e internazionali. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, l'azienda torinese Briccodolce lancia sul mercato "Cuore Rosa", un biscotto messaggero di sensibilità, dolcezza e generosità, il cui ricavato sarà in gran parte devoluto a favore della nostra Fondazione.

Numeri importanti

E parlando di numeri, nel 2019 sono stati oltre 20 i milioni di euro investiti dall'Istituto di Candiolo nella cura e nella ricerca. Grazie ai 33 milioni di euro ricevuti dalle donazioni, l'Istituto "vive e progredisce", così come ha affermato la presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, Allegra Agnelli, durante la presentazione del quindicesimo Bilancio Sociale e di Sostenibilità dell'unico IRCCS in Piemonte.

Approfondendo le cifre nel dettaglio, a Candiolo sono impiegati 350 ricercatori, italiani e stranieri e 400 persone nell'assistenza e nella cura dei pazienti; i lavori pubblicati fino ad ora sono stati 171 e l'Impact Factor, l'indice delle citazioni sulle più prestigiose riviste scientifiche, ha superato quota 8 mila rispetto al 6.500 del 2018. Cento i posti letto; 8.096 pazienti ricoverati nel 2019 e 1,4 milioni di prestazioni ambulatoriali erogate. Centocinquanta gli interventi chirurgici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento