Eventi

"Life is pink", un mese in rosa per la lotta ai tumori femminili fra eventi e personaggi famosi

Si tratta della campagna di sensibilizzazione della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro

L'illuminazione della Mole e le ricercatrici di Candiolo

La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo lancia, durante tutto il mese di ottobre, "Life is pink", la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore della lotta contro i tumori femminili, giunta alla terza edizione. Questa speciale iniziativa ha permesso finora di raccogliere circa 400mila euro, attraverso una serie di eventi e momenti dedicati ai quali parteciperanno alcuni personaggi dello sport e dello spettacolo. Tra questi anche la madrina della Fondazione, la showgirl Cristina Chiabotto. 

Eventi

Il "mese rosa" ha preso il via il 1°ottobre con l'illuminazione in rosa della Mole Antonelliana, cui hanno partecipato il direttore scientifico dell'Istituto di Candiolo,  Anna Sapino, insieme e quattro giovani ricercatrici. Tra le iniziative principali dedicate alla campagna 2020, c'è la Pro-Am della Speranza "The Green is Pink" che si svolgerà il 13 ottobre al Royal Park I Roveri. Vi prenderanno parte 18 squadre, in rappresentanza di altrettante aziende che hanno aderito all'iniziativa benefica. 

Iniziative e partners

Anche quest’anno, il progetto “in rosa” vedrà il coinvolgimento di numerose aziende e partner, che scelgono di schierarsi in prima linea al fianco della Fondazione. A colorarsi di rosa  per sostenere l'iniziativa anche la Torino Fashion Week. Fino al 9 ottobre, per tutta la durata dell'iniziativa "digitale", la campagna "in rosa" della Fondazione caratterizzerà tutte le sfilate che si terranno a porte chiuse presso La Rinascente Torino e che avranno per protagonisti i fashion designer torinesi, italiani e internazionali. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, l'azienda torinese Briccodolce lancia sul mercato "Cuore Rosa", un biscotto messaggero di sensibilità, dolcezza e generosità, il cui ricavato sarà in gran parte devoluto a favore della nostra Fondazione.

Numeri importanti

E parlando di numeri, nel 2019 sono stati oltre 20 i milioni di euro investiti dall'Istituto di Candiolo nella cura e nella ricerca. Grazie ai 33 milioni di euro ricevuti dalle donazioni, l'Istituto "vive e progredisce", così come ha affermato la presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, Allegra Agnelli, durante la presentazione del quindicesimo Bilancio Sociale e di Sostenibilità dell'unico IRCCS in Piemonte.

Approfondendo le cifre nel dettaglio, a Candiolo sono impiegati 350 ricercatori, italiani e stranieri e 400 persone nell'assistenza e nella cura dei pazienti; i lavori pubblicati fino ad ora sono stati 171 e l'Impact Factor, l'indice delle citazioni sulle più prestigiose riviste scientifiche, ha superato quota 8 mila rispetto al 6.500 del 2018. Cento i posti letto; 8.096 pazienti ricoverati nel 2019 e 1,4 milioni di prestazioni ambulatoriali erogate. Centocinquanta gli interventi chirurgici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Life is pink", un mese in rosa per la lotta ai tumori femminili fra eventi e personaggi famosi

TorinoToday è in caricamento