La Tour de la defense: debutta il 15 ottobre al Superbudda

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Debutta il 15 ottobre 2014 negli spazi del Superbudda a Torino, e sarà successivamente replicato ad Asti, presso il Diavolo Rosso, lo spettacolo La Tour de la Défense di Copi, per la regia di Elena Serra. Lo spettacolo prodotto da Teatro di Dioniso, fa parte della IX stagione di Parole d'artista.

È la notte di capodanno del 1976: il surreale cenone - in questo contesto specifico preparato dai Cuochivolanti - si svolge a casa di Luc e Jean, in un moderno appartamento sito in un grattacielo del quartiere La Défense a Parigi.
La cena si trasforma in pretesto per svelare illusioni, sogni, passioni amorose, e segreti dei disincantati e singolari ospiti: una coppia omosessuale in piena crisi d'identità e d'amore, un travestito mitomane, un professore di filosofia americano, una giovane madre tossicodipendente, un avvenente immigrato che si prostituisce per necessità.

Il testo scritto da Copi nel 1978, e messo in scena in Francia, a Parigi, nel febbraio dello stesso anno al Theatre la Founteine rivela la poetica acre e corrosiva dell'autore, svelando con crudele lucidità, con uno stile che gioca con l'avanspettacolo e il varietè, il dramma di un Occidente votato alla decadenza, scoprendosi misteriosamente presagio della tragedia dell'11 settembre.

Si intrecciano così una molteplicità di temi, in oscillazione tra alto e basso. Copi riscrive il mito di Medea chiamando in causa la riflessione sull'identità di genere, la politica, la società civile, la difficoltà dell'integrazione razziale, attraverso un linguaggio visionario e ironico, raccogliendo la

grande eredità storica del teatro comico e usandolo per sovvertirne il senso. Un'occasione unica per lo spettatore curioso e invogliato dall'idea di sperimentare e partecipare in prima persona, col respiro degli attori accanto, a una messa in s-cena di grande impatto emozionale.

-------
Dopo il cantiere shakespeariano (Amleto e Lo stupro di Lucrezia) che ha coinvolto sette giovani attori under 30, in cui si è distinta Alice Spisa per il prestigioso riconoscimento del premio UBU 2013 come miglior giovane attrice under 30 per l'interpretazione di Lucrezia (e ricordiamo che il suo partner è rimasto fuori per un solo voto dalla terna finale), Teatro di Dioniso, proseguendo nelle propria linea artistica e progettuale, presenta per le stagioni teatrali 2013/14 e 2014/15 un cantiere di lavoro biennale su due autori, rilevanti espressioni della cultura letteraria e artistica francese, Violette Leduc e Copi. Le differenze di genere, la totale libertà e identità dell'amore, i conflitti interpersonali che si riverberano sulla società, questi i temi che affronteremo. L'idea di cantiere teatrale, poco riconosciuto dalle pastoie della burocrazia, è significativa del nostro percorso che valuta in maniera decisiva e con ugual peso per importanza sia la parte laboratoriale e di studio che la parte strettamente legata all'allestimento e alla rappresentazione degli spettacoli. Perseguiamo l'ipotesi di costruire una compagnia giovane, una sorta di investimento utopico sul talento partendo dalla necessità di uno sguardo pieno sul futuro. Alcuni degli attori coinvolti nel cantiere shakespeariano, diplomati alla Scuola per attori del Teatro Stabile di Torino nel 2012, continueranno a collaborare con noi affiancati da allievi del triennio in corso, e interagiranno con giovani artisti e operatori attivi sul territorio torinese. L'aspirazione è costruire uno spettacolo che sia anche cantiere di sperimentazione per un futuro orizzonte professionale Guida del progetto sarà Elena Serra, già accanto a Valter Malosti, come assistente alla regia, dal progetto pluripremiato dei Quattro Atti Profani di Antonio Tarantino (2009) fino a Quartett di Heiner Müller (2014).

TEATRO DI DIONISO

dal 15 al 24 ottobre (domenica 19 riposo), ore 20.30 Superbudda, Via Valprato, 68 | Torino 27/28/29 ottobre 2014, ore 21.00, Diavolo Rosso, Piazza San Martino, 4 |Asti

LA TOUR DE LA DEFENSE

nella traduzione di Luca Coppola e Giancarlo Prati,
regia e adattamento Elena Serra,
con Roberta Lanave, Matteo Baiardi, Gianluigi Barberis, Vittorio Camarota, Vincenzo Di Federico, Gianluca Gambino,
con la collaborazione di Cuochivolanti,
progetto video Massimiliano Della Ferrera,
sonorizzazione Gup Alcaro,
luci Cristian Perria,
assistente alla regia Chiara Cardea,
progetto comunicativo Marta Valsania,
foto Roberto Freddi,
produzione TEATRO DI DIONISO,
con il sostegno del Sistema Teatro Torino

Lo spettacolo è consigliato ad un pubblico adulto

Informazioni

Ingresso: 25 Euro, prenotazione obbligatoria. Prenotazioni: info@teatrodidioniso.it, latourdeladefense@gmail.com

Info: www.teatrodidioniso.it, www.facebook.com/profile.php?id=100007132066791&fref=ts Ufficio stampa | Ilaria Gai | 338 9230234 | ilaria.gai@gmail.com

Torna su
TorinoToday è in caricamento