Giovedì, 13 Maggio 2021
Eventi

io non compro la tua bici

Sabato 18 e domenica 19 maggio, nelle aree della città a più alta concentrazione di ciclisti, saranno distribuiti centinaia di piccoli pieghevoli sui manubri delle biciclette parcheggiate. Unico obiettivo quello di sensibilizzare ad un acquisto consapevole, disincentivando il mercato dei furti. Negli ultimi tempi l’uso della bici è incrementato rispetto a quello dell’automobile, registrando un considerevole aumento dei furti di veicoli a due ruote. Si è quindi innescato un circolo dannoso, per cui il derubato accresce il mercato nero delle biciclette acquistando a sua volta mezzi rubati. E’ quindi necessario possedere biciclette “pulite” per disincentivare quella che oramai è diventata prassi comune. E’ così quindi che nasce l’idea di “Io non compro la tua bici”: ogni bicicletta parcheggiata, riceverà un piccolo depliant pieghevole dove sarà illustrata una piccola storia narrante, in modo divertente e sarcastico, il concetto di non comprare la bici del proprio vicino. Saranno inoltre elencate alcune regole e buone pratiche, per assicurare il proprio veicolo in fase di sosta. Concept e progetto grafico sono stati realizzati in collaborazione con Tangerine Lab.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

L'associazione culturale ME.LA, in collaborazione con Tangerine Lab e con il patrocinio dell'Associazione Bike Pride, ha ideato e realizzato la prima fase di una campagna indipendente di promozione culturale, avente come finalità la lotta ai furti delle biciclette.

Sabato 18 e domenica 19 maggio, nelle aree della città a più alta concentrazione di ciclisti, saranno distribuiti alcuni pieghevoli informativi con lo slogan "Io Non Compro La Tua Bici" : l'obiettivo è proprio quello di disincentivare il mercato delle biciclette rubate, che sempre più oggi è in continua crescita.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TorinoToday è in caricamento