"Il re che aveva paura del buio", lo spettacolo online dedicato ai bambini

“Il Re che aveva paura del buio” è uno spettacolo online appartenente all’iniziativa di teatro onlife ideato da Fondazione Aida, dedicato a tutti i bambini dai 4 anni in su e le proprie famiglie. Lo spettacolo è caratterizzato da scenari suggestivi e musiche create anche grazie alla straordinaria partecipazione dei bambini.

Si tratta di uno spettacolo che vuole insegnare ai bambini come affrontare e superare le proprie paure. In questa avventura i bambini avranno l’opportunità di interagire attivamente con gli attori, saranno infatti coinvolti nella magica ricerca di animali notturni,in una grotta buia. Imparando così che l’oscurità di una grotta può essere affrontata con un pizzico di coraggio ed una semplice luce che illumina il cammino. Lo spettacolo si terrà sulla piattaforma Zoom ed è programmato per il 24 gennaio 2021 alle ore 11.30, 16.00, 17.00 e 18.00.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Il 25° Festival delle Colline Torinesi diventa "diffuso" e... dura un anno

    • dal 4 giugno 2020 al 30 giugno 2021
    • Varie location
  • "Così fan tutte", Riccardo Muti al Teatro Regio per la prima volta

    • 11 marzo 2021
    • Online
  • "Segnale d'allarme - La mia battaglia VR", il teatro virtuale di Elio Germano da casa con gli speciali visori

    • 26 febbraio 2021
    • Online

I più visti

  • Torna la XXIII° edizione di Luci d'Artista: tutte le novità di quest'anno

    • Gratis
    • dal 30 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Torino
  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento