"Il proprio ostile", rassegna teatrale al B-Locale

Sono quattro gli appuntamenti della rassegna curata da Anticamera Teatro, con la direziona artistica di Marco Monfredini, che tenteranno di azzerare la distanza tra gli spettatori e la scena per un “teatro visto da vicino”. L'accogliente e intimo circolo B-Locale, nuova realtà particolarmente attiva sul versante culturale del quartiere San Donato, ospiterà le serate.

“Il proprio Ostile” è il titolo che fa da trait d'union ai quattro spettacoli che andranno in scena: vite avverse, ai margini, tormentate, che raccontano di situazioni ai limiti. Ogni storia propone in forma differente l'eterna lotta con il proprio ostile - che può manifestarsi nelle forme più enigmatiche- , e di come ognuno possa affrontarlo con il proprio stile per far nascere qualcosa di nuovo.

Il programma

Si parte venerdì 15 dicembre alle 20.30 con  Silvia Mercuriati e Alessandra Cella che proporranno un interessante parallelo tra le vite di due apprezzate fotografe del '900 dalle curiose biografie con: "Il reading. Le storie di Diane Arbus e Vivian Maier". 

Le strade di New York, occhi pieni di vita, mani nodose, macchine, persone, mondi: le due street photographers americane si incontrano in una serata spettacolo che ne incrocia vite e sguardi, con parole, videoproiezioni, scatti, video d’epoca e canzoni live. 

Si proseguirà il 27 gennaio con “La chiave dell'ascensore” di Anticamera Teatro, liberamente tratto dal testo di Agota Kristof dalla sintassi cruda e dalle parole essenziali, costruite attorno alla figura di una donna straziata alla quale rimane solo la voce per gridare al mondo la sua storia e denunciare i soprusi subiti. 

Il 17 febbraio toccherà allo spettacolo “A scatola Chiusa|Andante cantabile con slancio” con Chiara Cardea e Silvia Mercuriati, un excursus tragicomico sullo stile inteso come ricerca del modo di stare al mondo. Due donne trascorrono le giornate chiuse in una scatola circondate dai loro idoli: Pasolini, Guccini, Montale, Maria Callas. 

L' ultimo appuntamento della rassegna sarà il 17 marzo con “Happy old year”, monologo edito da Augh!edizioni a marzo 2017, di e con Marco Monfredini di Anticamera Teatro. E' capodanno, tutti festeggiano l'anno nuovo mentre il protagonista è a casa da solo, per scelta. Ascolta il rumore dei botti in lontananza, finché i suoi pensieri e le sue parole si fanno man mano serene. L'uomo osserva il suo ordine, la disposizione degli oggetti in casa e dei suoi desideri. Nessuno ora può più distrarlo, nessuno può più sentirlo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Il 25° Festival delle Colline Torinesi diventa "diffuso" e... dura un anno

    • dal 4 giugno 2020 al 30 giugno 2021
    • Varie location
  • Domeniche da favola, laboratorio teatrale per bambini al Q77

    • 9 maggio 2021
    • Q77
  • "Il piacere dell'onestà" di Pirandello al Teatro Carignano

    • dal 26 marzo al 9 maggio 2021
    • Teatro Carignano

I più visti

  • Il Bioparco Zoom ha riaperto: ad accogliere i visitatori il nuovo habitat con i rettili d'Africa e America

    • dal 26 aprile al 30 settembre 2021
    • Bioparco Zoom
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Torino

    • dal 6 al 5 maggio 2021
    • Torino
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento