"I soldi sono tutto", il libro di Fabio Calenda al Museo del Risparmio

Mercoledì 2 ottobre alle ore 18:00 si terrà presso il Museo del Risparmio la presentazione del libro “I soldi sono tutto” di Fabio Calenda. Liberamente ispirato alla vicenda del cosiddetto “Madoff dei Parioli”, nella quale l’autore è stato coinvolto in prima persona, “I soldi sono tutto” narra le lusinghe e i retroscena di un’incredibile truffa finanziaria.

Una storia graffiante, sostenuta da un continuo senso di catastrofe che incombe e tiene alta la tensione fino all’ultima pagina. Interviene l’autore Fabio Calenda, economista, giornalista e scrittore.

L’incontro rientra nella World Investor Week 2019 e fa parte della programmazione del Mese dell'Educazione Finanziaria. La partecipazione è gratuita e l’iscrizione obbligatoria a : prenotazioniMDR@operalaboratori.com entro il 30/09/2019. Al termine è previsto un piccolo aperitivo con l'autore.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • "Aspettando il Salone", grandi autori da tutto il mondo a Torino

    • Gratis
    • dal 10 settembre al 19 novembre 2019
    • Varie location
  • "Alluvione Moncalieri. Tre anni dopo", il convegno e la mostra fotografica

    • Gratis
    • 23 novembre 2019
    • Salone Famija Moncalereisa
  • "Storie cucite a mano", a Moncalieri

    • dal 21 settembre al 13 dicembre 2019
    • Polifunzionale Ferrero

I più visti

  • "Torino noir", un viaggio nell'anima oscura della città

    • dal 8 marzo al 31 dicembre 2019
    • Torino Noir
  • Torino Magica, alla scoperta della tradizione esoterica della città

    • dal 21 marzo al 31 dicembre 2019
    • Torino
  • Torino Sotterranea Tour, un itinerario emozionante

    • dal 26 luglio al 30 dicembre 2019
    • Torino
  • Escursioni d'autunno: treni storici da Torino alla Valle Tanaro

    • dal 15 settembre al 8 dicembre 2019
    • Stazione Porta Nuova
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento