L'arte riparte: alla Galleria Elena Salamon si comincia da Henry Matisse

Fino a fine giugno in esposizione 75 litografie dei papier gouache-découpé del grande artista francese

Anche l'arte riparte dopo lo stop forzato causato dall'emergenza sanitaria da Covid. Da segnalare la ripartenza in grande della piccola galleria torinese Elena Salamon Arte Moderna nel cuore di Torino che propone "Joie de vivre", una eccezionale mostra dedicata a Henry Matisse. In galleria, da ora e fino al 27 giugno, si potranno ammirare 75 litografie dei papier gouache-découpé, carte dipinte e ritagliate realizzate dall’artista francese negli ultimi anni di vita, tra il 1947 e il 1954.

Un modo di fare arte al quale Matisse giunse per caso, quando - convalescente da una malattia e non potendo più dipingere - iniziò a ritagliare con le forbici, nella carta colorata, silhouettes che poi assemblava, badando unicamente all’equilibrio delle forme e all’armonia cromatica. In mostra alla Galleria Elena Salamon, oltre alle opere della cartella Jazz e del numero speciale della rivista Verve intitolata "Dernieres Oeuvres", ci sono anche i bozzetti dei mosaici per la Cappella du Saint-Marie du Rosaire a Vence che lo stesso artista definì "il capolavoro della sua esistenza".

"Il colore e la fantasia per sollevare il morale"

Opere allegre, colorate e libere da ogni schema quelle realizzate da Matisse, il più importante esponente dei Fauves, movimento che letteralmente significa "le belve", "i selvaggi", a voler indicare gli artisti che, per i loro lavori utilizzavano cromie ruggenti, insolite e distorte. 

“Si aprirà una nuova fase, un nuovo inizio – ha dichiarato con emozione Elena Salamon, responsabile dello spazio artistico in piazzetta IV Marzo -. E se da un lato non possiamo e non vogliamo negare la gravità della situazione, dall'altro è importante riconoscere quanto l’arte possa essere di sollievo in un momento come questo. L’arte è evasione, fantasia, libertà di espressione e di sentimento, conforto e nutrimento per l’anima. È anche in quest’ottica che si inserisce la rassegna su uno degli artisti più liberi e anticonformisti del Novecento, Henri Matisse – continua Salamon -. La sua opera colorata come la natura, libera e leggiadra come il battito di ali di farfalla, fresca e inebriante come un tuffo al mare, fantasiosa e allegra come il gioco di un bambino, non può che aiutare ad alleviare il nostro stato d’animo”.

Arte sì, ma in sicurezza

E nella galleria si osserveranno naturalmente tutte le misure di sicurezza ancora obbligatorie in questa fase 2 di emergenza sanitaria. Alla Elena Salamon Arte Moderna il pubblico potrà usufruire di gel disinfettante e guanti di protezione e gli ingressi saranno contingentati: a ognuno sarà riservata la massima disponibilità anche con visite organizzate, su appuntamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento