rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Eventi parco Dora

Il 2022 sarà l'anno della rinascita a Torino: dall'Eurovision alle Atp Finals, nove mesi di grandi eventi

Tornano le rassegne e i grandi concerti live

Il 2022 non sarà solo l'anno dell'Eurovision Song Contest a Torino. I grandi eventi fanno il loro ritorno in pompa magna in città, dopo un lungo periodo di astinenza, acuito in questi ultimi due anni dall'impatto della pandemia.  
A maggio, oltre alla ormai nota kermesse canora internazionale che verrà ospitata al PalaOlimpico dal 10 al 14 maggio, ci sarà anche il ritorno con la tradizionale data primaverile - 19-23 maggio - del Salone del Libro.

Non solo Eurovision 

In particolare, sarà proprio la primavera, ormai alle porte a dare il via alla carrellata di appuntamenti: i festeggiamenti per il 25 Aprile che quest'anno si preannunciano davvero innovativi, l'inaugurazione delle Gallerie d'Italia (17 maggio), la riunione dei Ministri degli Esteri del Consiglio d'Europa (19-20 maggio), oltre ai grandi concerti live, come quello di Cremonini (15 giugno) e di Vasco Rossi (30 giugno) allo Stadio Olimpico. E sempre a proposito di musica, il Torino Jazz Festival dall'11 al 19 giugno e il Kappa Futur Festival, che in città mancava da tempo, dall'1 al 3 luglio.

Buone nuove anche per l'autunno. Subito dopo l'estate, dal 22 al 26 settembre per la prima volta negli spazi di Parco Dora torna anche il Salone del Gusto e dal 28 ottobre al 6 novembre ci sarà di nuovo Cioccolatò. E novembre sarà come di consueto il mese dell'arte con Artissima (dal 3 al 6) e del grande sport con le Atp Finals di tennis, in programma dal 13 al 20. Spazio anche al Torino Film Festival, dal 25 novembre al 3 dicembre e naturalmente alle tradizionali Luci d'Artista che in vista di Natale tornano a illuminare la città. 

Programmazione e condivisione

Il calendario è stato presentato dalla Città alle categorie economiche: "Un modo per condividere al massimo la programmazione con tutti i soggetti coinvolti - ha spiegato l'assessore comunale alla Cultura, Rosanna Purchia - per ottimizzare la logistica, i costi e tutte le opportunità legate agli eventi". Presenti anche gli assessori al Commercio, Paolo Chiavarino, e ai Grandi Eventi, Mimmo Carretta, che hanno sottolineato come "si voglia dare, tutti insieme, un segnale di ripresa, di fiducia e di programmazione, riprendendo un tipo di condivisione con la città che si era un po' persa anche a causa di due anni di pandemia".
    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2022 sarà l'anno della rinascita a Torino: dall'Eurovision alle Atp Finals, nove mesi di grandi eventi

TorinoToday è in caricamento