Eventi

In migliaia per le vie del centro contro il pregiudizio sessuale

In testa al corteo sfilato nel pomeriggio per le vie del centro cittadino c'era il neo presidente della Regione, Sergio Chiamparino. In migliaia hanno ballato vestiti con boa, piume e parrucche. Ad attendere il corteo il sindaco

Una foto del Torino Pride (foto da Twitter)

Migliaia di persone hanno preso parte al Torino Pride che ha animato il centro della città per tutto il pomeriggio di oggi. Hanno sfilato tutti per difendere i diritti di ogni uomo, eterosessuale, omosessuale, bisessuale o transgender che sia.

L'orgoglio gay ha sfidato il pregiudizio grazie anche alla presenza di molti politici del centrosinistra. In testa al corteo, a tenere lo striscione per gran parte del percorso, c'era il neo presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. "La diversità è un diritto, l'uguaglianza è un dovere - ha detto Chiamparino -. E' doveroso che una istituzione dia sostegno politico al riconoscimento del diritto alla differenza. Il patrocinio della Regione a questa manifestazione è stato dato per sostenere questo diritto alla differenza, che in Europa è ormai acquisito e per il quale invece in Italia si sta ancora combattendo".

Dietro il presidente della Regione hanno sfilato carri e manifestanti che hanno ballato e cantato a suon di musica, colorati con boa colorati, piume, parrucche e tanto trucco.

Il corteo ha sfilato fino a piazza vittorio veneto. Ad attendere i manifestanti c'era il sindaco di Torinmo, Piero Fassino. "Ciascuno ha diritto a vivere liberamente le sue opinioni, i suoi valori e il suo orientamento sessuale - ha detto il primo cittadino -. E' tempo che anche l'Italia adotti leggi e ordinamenti che contrastino ogni forma di omofobia e riconoscano come legittimo l'orientamento sessuale di ogni persona. L'auspicio è - ha concluso - che il Parlamento e le Istituzioni del nostro paese compiano rapidamente scelte irreversibili di civiltà e libertà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In migliaia per le vie del centro contro il pregiudizio sessuale

TorinoToday è in caricamento