Eventi

Gap 2013: sette aziende piemontesi a Los Angeles

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Boccioni PET per la distribuzione dell’acqua, servizi di ingegneria e banchi prova, piattaforme web per musicisti, frese in titanio o diamante, macchine per imballaggio, assemblaggio o riscaldamento a induzione: sono 7, provenienti dai settori più diversi, le imprese che raggiungono in questi giorni Los Angeles per partecipare a GAP Global Access Program 2013. Incontreranno in California consulenti ed esperti della UCLA Anderson School of Management – University of California, che li accompagneranno nella costruzione di una strategia personalizzata di crescita internazionale.  

Di qui a dicembre le aziende selezionate (AMET, Drink Cup, Fiudi, Osai, Ravizza Packaging, SAET, Sounday) costruiranno poi un dettagliato business plan basato su un’ampia ricerca di marketing: interviste con potenziali clienti, concorrenti, opinion leader ed esperti americani; sondaggi; consigli e raccomandazioni da implementare e un piano finanziario per realizzare concretamente il business plan.  

“Si tratta di aziende competitive, anche di settori inediti e particolarmente innovativi, che vantano già una forte spinta all’internazionalizzazione, e che soprattutto si mettono in gioco, con persone e risorse progettuali, per sottoporsi ad un programma serio e impegnativo di medio periodo che prevede viaggi negli USA, conference call settimanali, una decina di giornate di formazione a Torino e diversi seminari con professori della UCLA University – spiega Alessandro Barberis, Presidente della Camera di commercio di Torino - Queste aziende potranno poi avvalersi del nostro desk di Los Angeles, aperto l’anno scorso, e di un’agenda finale di appuntamenti d’affari che a fine percorso organizzeremo nella Bay Area, in collaborazione con il Ceipiemonte”.

GAP è un programma esclusivo, proposto ogni anno a un gruppo ristretto di 50 imprese di 10 Paesi, selezionate in base all’innovazione del loro prodotto. In Italia è promosso da Camera di commercio di Torino e da Promos Milano, in collaborazione con Unione Industriale di Torino, Associazione delle Aziende Meccaniche Meccatroniche, Associazione Piccole e Medie Imprese Torino, Istituto Superiore Mario Boella, Fondazione Torino Wireless e Centro Estero per l’Internazionalizzazione, con il supporto della Camera di commercio italiana a Los Angeles.

Per l’edizione 2013 la Camera di commercio di Torino ha ricevuto circa 20 candidature per GAP. In 10 anni sono state 82 le imprese piemontesi che hanno partecipato, sempre con ottimi riscontri. Spesso dopo GAP le imprese torinesi proseguono col progetto Assist In, promosso sempre dalla Camera di commercio di Torino, che accompagna le aziende fino all’apertura di una nuova sede in Canada, Usa, Messico, Brasile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gap 2013: sette aziende piemontesi a Los Angeles

TorinoToday è in caricamento