Eventi Nizza Millefonti / Via Ventimiglia

Quando il tatuaggio diventa arte: in migliaia al PalaVela per l'Italian Tattoo Artists

Tre giorni di pienone per la kermesse dedicata al tatuaggio in scena in via Ventimiglia. Tatuatori provenienti da tutta Italia si sono fatti conoscere al pubblico torinese disegnando tatuaggi simili a opere d'arte

Quei pochi che hanno visitato l'"Italian Tattoo Artists" senza avere nemmeno un tatuaggio si sono sentiti quasi spaesati di fronte a tanta arte. La kermesse andata in scena al PalaVela di Torino dal 19 al 21 settembre ha richiamato l'attenzione di decine di migliaia di persone che pur di entrare hanno fatto code interminabili, ben ripagate da grandi artisti e professionisti dei tatuaggi visti in azione.

Tanti, tantissimi i tatuaggi sfoggiati e altrettanti quelli "nuovi" fatti proprio nei tre giorni di fiera. E' spiccato su tutti un ragazzo molto alto con un tattoo marino che partiva quasi dalla caviglia e arrivava sotto l'ascella. Hanno colpito i tanti volti riprodotti sulla pelle alla perfezione: c'era Gandalf de "Il Signore degli Anelli", c'era Batman e anche la cantante dark degli Evanescence. Ma i più curiosi - e carini - sono stati due novelli sposi, entrati al PalaVela con gli abiti del matrimonio appena celebrato e con testimoni al seguito, pronti a tatuarsi addosso il loro amore raffigurato in gufetti vestiti come loro.

Un successo dimostrazione del tempo che è cambiato. Se prima il tatuaggio era un tabù, ora è la normalità, un modo come un altro per esprimere ciò che si ha dentro e ciò che si vuole trasmettere agli altri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando il tatuaggio diventa arte: in migliaia al PalaVela per l'Italian Tattoo Artists

TorinoToday è in caricamento