Festa dell'Apericiclo

Vi ricordate l’apetta Mafalda? Era il simpatico animaletto che gli Amici dell’Apericiclo hanno voluto utilizzare come mascotte per la prima edizione di dicembre della Festa dell’Apericiclo. E’ arrivata l’estate e Mafalda si è rifatta viva per invitarvi ad un nuovo appuntamento. La nuova edizione si è arricchita di nuove collaborazioni e proposte che il gruppo degli Amici dell’Apericiclo – Alexia, Francesca, Marco e Viviana - non vede l’ora di presentarvi.Ancora una volta, si vuole dare nuova vita a tutti quegl’oggetti inutilizzati e dimenticati, ma che sono ancora in grado di servire a qualcun altro.

La festa pre-natalizia ha avuto un grande successo di pubblico. Migliaia gli oggetti scambiati.Molti anche i partecipanti al piccolo Lab a cura Federica Goria di Cra Cra Kids, per la realizzazione di collane da vecchie t-shirt. Su youtube il video della scorsa edizione.Ma esattamente di cosa si tratta? Qual è lo spirito di questo progetto? Ne parliamo con Marco Mangione, titolare di Emmegi Servizi (azienda sponsor specializzata in soluzioni per l’efficienza energetica, sensibile al tema della sostenibilità ambientale).

Come mai avete scelto un’ape come simbolo di questo evento?
Il simbolo dell’ape ci è piaciuto fin da subito. Le api sono diventate l’indicatore dell’inquinamento ambientale e proprio per questo simbolo dell’ecologia. Inoltre, simpaticamente, la parola aperitivo ne condivide la radice. Aperitivo come momento di condivisione e convivialità. Durante la festa del baratto infatti invitiamo sempre i partecipanti a non limitarsi a scambiare oggetti ma a chiacchierare, condividere esperienze, socializzare.

In che modo il ritorno al baratto può essere inizio di un cambiamento?
Ogni oggetto oggi ha una vita pressoché breve rispetto a quanto ce l’aveva in passato. L’industria ci spinge continuamente a consumare e quindi produrre rifiuti. Per evitare che il sistema ci “divori”, occorre dare uno stop a questo circolo vizioso. E’ fondamentale sensibilizzare gli altri a non generare rifiuti ma a far terminare il ciclo dei prodotti nelle mani o nelle case di chi sa dare loro nuova vita e quindi nuovo valore. E’ questo lo spirito che anima gli Amici dell’ApeRiciclo: unirsi per la sostenibilità è un primo passo verso il cambiamento. Il senso di responsabilità individuale in futuro sarà più potente di qualsiasi forma di economia. Noi vogliamo, nel nostro piccolo, alleggerire questo peso, mettendo di mezzo il gioco e le relazioni interpersonali.Quella del baratto è un’occasione per dare nuova vita a quegli oggetti che, seppur belli e ben conservati, sono abbandonati da molto tempo in un angolo dell’armadio, al fondo di un cassetto o in cantina. Un momento per fare spazio nelle nostre case sempre più piccole. Il nostro evento sarà quindi una serata all’insegna dello scambio, ma anche un’occasione per conoscere altre persone che credono di fare qualcosa di buono, utile e pulito. La parola affari è bandita.

Novità rispetto alla precedente edizione?
Con la bella stagione abbiamo pensato di sfruttare le aree all’aperto messe a disposizione dalla casa del Quartiere.Per cui avremo lo Spazio Baratto ma anche uno spazio interamente dedicato ai laboratori creativi (visto il successo dell’anno scorso). Come nell’edizione precedente, ci sarà la nostra amica e partner Federica Goria di Cracra Kids che ci spiegherà, in collaborazione Susi Susi, con come trasformare una vecchia t-shirt in un’originale collana.

Oltre a quello di Federica, abbiamo previsto altri laboratori completamente gratuiti sempre attinenti al riciclo creativo con materiali di uso quotidiano.

Con Francesca di infinita∞mente imparerete a realizzare scatoline, ciotole e decorazioni varie in carta partendo da Riviste patinate/cataloghi, rotoli di carta igienica.Elena dell’Associazione Tablò vi insegnerà a creare degli originali bijoux con le cialde del caffè.Un tour degli itinerari Bogianen: https://www.facebook.com/GuideBogianen sarà dedicato a San Salvario e terminerà proprio alla casa del quartiere con il nostro Apericiclo.

Quali sono le regole per la partecipazione all’evento?
Chi ha partecipato l’anno scorso conosce il nostro “regolamento a colori”. Come l’anno scorso non è ammesso l’uso del denaro, quest’ultimo sarà sostituito da allegri cartoncini colorati (ovviamente riciclati). Ogni partecipante potrà portare un massimo di 5 oggetti funzionanti, puliti e in buono stato, ad ogni articolo all’ingresso verrà attribuito un valore simbolico rappresentato da un colore e gli articoli verranno suddivisi ed esposti a seconda del colore a loro attribuito.Al momento dello scambio i cartoncini corrispondenti al valore dell’oggetto scelto dovranno essere riconsegnati agli organizzatori che registreranno lo scambio.

Come si partecipa all’evento? Cosa si porta? Ci ricordate data, ora e luogo?
La nostra mascotte, l’apetta Mafalda, vi aspetta domenica 22 giugno 2014 dalle ore 17 alle 22 presso la Casa del Quartiere (Via Morgari 14) a Torino, nel cuore di San Salvario. L’evento è GRATUITO. Le regole del gioco sono semplici: portate un massimo di 5 oggetti funzionanti, puliti e possibilmente in buono stato (accessori, soprammobili, libri, indumenti, oggettistica varia, giocattoli, piccoli elettrodomestici): questi verranno suddivisi ed esposti a seconda di una scala di valore a loro attribuito a inizio serata. Ogni valore corrisponderà a un colore (1 moneta colorata per singolo pezzo) e poi... via di scambio!

Riferimenti:
Twitter: www.twitter.com/apericiclo
Facebook: www.facebook.com/apericiclo §
E-mail: gliamicidellapericiclo@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento