menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Giovanni: il farò cade verso Porta Nuova, è di buon auspicio

Da qualche anno la pira incendiata non cadeva esattamente verso la stazione Porta Nuova. Questo è, come tradizione e leggenda vogliono, un segno che i prossimi dodici mesi saranno fortunati

Il farò è caduto verso Porta Nuova, un ottimo segnale per la città di Torino e un augurio che i prossimi dodici mesi siano positivi e molto fortunati. Quantomeno questo è quello che la tradizione vuole.

L'accensione della pira porta con sé una leggenda: il fuoco scaccerebbe i guai dell'anno passato. Questo rito è avvenuto come ogni anno al termine di una sfilata colorata, partita alle 18.30 da piazza Carlo Felice. Un'ora e mezza di corteo tra le vie del centro cittadino in abiti che hanno toccato diverse epoche vissute tra il 1400 e il 1900.

Gli oltre duemila figuranti, ben coordinati dall'Associassion Piemonteisa, hanno fatta tappa davanti la Regione Piemonte in piazza Castello dove hanno incontrato il neo Presidente Sergio Chiamparino. Dopo uno scambio di battute - rigorosamente in piemontese - sono ripartiti alla volta del Duomo e infine del Comune di Torino, dove sono stati accolti dal sindaco Piero Fassino, il quale ha dato il via alla festa con l'accensione del farò.

La festa dedicata San Giovanni continua nella giornata di oggi. Tutto inizia alle 10.30 quando l'arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia celebrerà la Santa Messa all'interno del Duomo. Il clou però è riservato a questa sera. L'appuntamento è in piazza Vittorio Veneto dove sono in programma i fuochi di artificio. Unica novità è l'eliminazione dei tradizionali botti iniziali e finali per evitare che gli animali si spaventino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento