EuromineralExpo al Pala Alpitour: ci sarà anche il Museo Regionale di Scienze Naturali

Da numerosi anni è in corso la collaborazione fra il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino (MRSN) e la mostra-mercato mineralogica Euromineralexpo, importante rassegna del settore giunta nel 2020 alla sua 49a edizione.

L’esposizione offre, di volta in volta, a istituzioni scientifiche e ad associazioni culturali, significative occasioni di approfondimento su vari temi di scienze naturali, tra cui, in particolare, la valorizzazione di collezioni, o di aree, di rilevante interesse mineralogico. È in quest'ambito che si svolgono altre mostre tematiche che affiancheranno la rassegna tra cui l'esposizione "Mina", Minerali in Vetrina, giunta alla 23° edizione. Per l’occasione il MRSN presenterà una selezione dei più comuni minerali da collezione non silicatici, con alcuni interessanti campioni dei seguenti minerali: barite, calcite, ematite-magnetite, fluorite, gesso, pirite, quarzo, siderite-magnesite, tra i quali si segnalano per particolarità:

- la pietra fosforica di Bologna, una varietà di barite (BaSO4) che si presenta principalmente sotto forma di concrezioni fibroso raggiate. Una volta macinata e calcinata, se sottoposta a luce naturale o artificiale, la riemette per un certo tempo, dando vita al fenomeno della fosforescenza, osservato per la prima volta nei primi anni del Seicento. Fino ai primi anni del secolo scorso, questo inspiegabile e affascinante comportamento è stato oggetto dell'immaginario popolare, attirando verso Bologna l'interesse di viaggiatori e studiosi e alimentando numerose dispute alchemico-scientifiche alle quali partecipò anche Galileo Galilei

- il gesso di Naica Messico, cristallo prismatico allungato con inclusioni a due fasi (liquido più gas), mostrante una ripresa di cristallizzazione. Il minerale proviene dalla miniera di Naica presente nello stato messicano di Chihuahua dove, nel 2002, è stata scoperta una grotta di alcuni metri di diametro che conteneva cristalli di gesso varietà selenite con dimensioni fino a 15 m di lunghezza e 2 m di diametro. La grotta, ubicata a 300 m di profondità e caratterizzata da condizioni climatiche al limite per l'uomo, temperatura fino a 48° C e umidità intorno al 100%, fu battezzata "Cueva de los cristales" (Grotta dei cristalli).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

  • 'Vendemmia a Torino', 'Portici Divini' e 'Torino Wine Week' uniscono le forze per una kermesse di eccellenza

    • dal 23 ottobre al 24 novembre 2020
    • Centro - Palazzo Carignano/Museo del Risorgimento
  • Paratissima si rinnova: durerà fino a dicembre

    • dal 23 ottobre al 8 dicembre 2020
    • ex Accademia Artiglieria

I più visti

  • Visite animate e gratuite a Palazzo Cisterna: il calendario del 2020

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 19 dicembre 2020
    • Palazzo Cisterna
  • A piedi o in bici sul Sentiero Ritrovato: si parte da Chiusa San Michele

    • dal 4 maggio al 30 novembre 2020
    • Borgata Bennale
  • Ha riaperto Casa Lajolo: al via anche le visite guidate

    • dal 31 maggio al 31 dicembre 2020
    • Casa lajolo
  • Fase 2, la Palazzina di Caccia di Stupinigi riapre al pubblico

    • dal 26 maggio al 31 dicembre 2020
    • Palazzina di Caccia di Stupinigi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento