"Donne che guardano avanti", il programma di Giaveno per l'8 Marzo

Volti di donne, figure femminili al lavoro, occupate, con mani e testa impegnate nel proprio mestiere o nel proprio ambito creativo. Donne pratiche e appassionate. Donne capaci e capaci di mettersi in gioco, che guardano avanti, che mettono anche lo sguardo oltre il muro delle difficoltà e dei limiti, che sanno rinascere e con le quali rimettersi in cammino.
Volti con sguardi intensi, belli che esprimono la voglia di non abbattersi e se si è cadute, dai loro occhi si vede brillare la determinazione e il coraggio di rialzarsi e riprendere il proprio cammino e il cammino di una comunità che ha conosciuto la pandemia e conosce le difficoltà del tirare su una saracinesca di un negozio, del servizio agli altri che non ha conosciuto soste, perché esserci tutti i giorni con il sorriso è bello ma non è sempre facile.

Si intitola “Donne che guardano avanti” ed è più di un titolo, è il programma contenitore e contenuto della Città di Giaveno, degli Assessorati alla Scuola, alle Attività Educative e alle Pari Opportunità, al Commercio e Agricoltura per l’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna che sarà disponibile sui social istituzionali della Città di Giaveno dal 4 all’8 marzo.

“Lo scorso anno proprio nella ricorrenza di questa data le manifestazioni previste sono state sospese per l’arrivo e la diffusione della pandemia. E’ passato un anno e anche nel 2021 non possiamo tornare a presentare e a condurre in presenza le iniziative che hanno contrassegnato questa festa e questa giornata negli anni passati. Vogliamo però esserci e abbiamo pensato ad una serie di brevi video di donne attraverso i quali documentare il lavoro, l’impegno, la donna, e la determinazione e fiducia a guardare avanti, a costruire, mettere su mattone su mattone per tornare a vivere e a fare la differenza nella comunità. – scrivono dall’Ufficio Comunicazione e Progetti della Città di Giaveno che coordina l’evento con i giovani del Servizio Civile che hanno lavorato alla produzione video -. I videoclip raccolti, quasi una ventina sono stati montati a realizzare una sequenza fatta di tante
donne, introdotte da donne delle associazioni Arte in Movimento, Comitato di Giaveno della Croce Rossa Italiana, DonneDiValle e Sole Donna e presentate dal messaggio dell’Assessore alla Scuola e alle Attività Educative Anna Cataldo e dalla Consigliera delegata alle Pari Opportunità Raffaella Vercelli.

Il video contiene anche le riprese della danza “in giallo” di Alessandra Pomata, maestra e danzatrice di Arte In Movimento con evoluzioni e passi compiuti nel giardino Maria Teresa
Marchini alla presenza del Sindaco della Città Carlo Giacone. "Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla se non la loro intelligenza e la loro tenacia anche in momenti difficili come questo- dice la Consigliera comunale delegata alle Pari Opportunità Raffaella Vercelli - Sono donne che
guardano avanti senza paura ma con tanto coraggio e fiducia!”.

A sottolineare il messaggio di gioia e solarità la scelta di impiegare il giallo come colore motivo conduttore. Riprendendo dal giallo della mimosa fiore che tradizionalmente richiama all’8 marzo, ma anche al giallo sole, energia. Così le donne hanno sulla giacca, la maglia, in mano, un fiore giallo, e la danzatrice accompagna i suoi passi con le evoluzioni di un nastro giallo. Fra i fiori veri ci sono anche fiori gialli di cartacrespa realizzati da alcuni ospiti della Residenza Immacolata durante le attività di laboratorio guidato dall'Educatrice Serena Discalzo. Saranno inoltre illuminati di luce gialla alcuni monumenti cittadini.

"Anche quest'anno ci apprestiamo a vivere un 8 marzo insolito che non vedrà manifestazioni pubbliche ma che non mancherà di dimostrare che le donne non si fermano e che, nell'attesa di poter tornare alla normalità, continuano a portare avanti con tenacia il loro lavoro e i loro progetti. – dice l’Assessore alla Scuola e alle Attività Educative Anna Cataldo - Ringraziamo le Associazioni e tutte le donne protagoniste di questa iniziativa via web che si sono fatte portatrici di messaggi positivi attraverso un invito a guardare avanti con fiducia anche nei momenti di difficoltà".

Per l’8 marzo scendono in campo come di consueto anche le Associazioni giavenesi DonneDiValle e Sole Donna, due realtà culturali e servizio di donne con le donne e per le donne. L’Associazione Culturale e di Incontro DonneDiValle presenta “Prendi un sorriso, regalalo a chi non l’ha mai avuto”, un titolo preso a prestito da Gandhi per invitare le donne a un sorriso, a fotografarsi e a partecipare alla gallery fotografica che l’associazione pubblicherà sulla propria pagina facebook come messaggio di gioia, per stemperare le tensioni e portare un po’ di leggerezza. Sole Donna propone alcuni video raccolti in “Donne che sognano e resistono”, brevi storie di desiderio, impegno e volontà, sempre disponibili sul web sui social istituzionali della Città di Giaveno nel periodo. Il programma è patrocinato dalla Città Metropolitana di Torino.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Tuliparty, al via la terza edizione: uno 'scorcio d'Olanda' a Pianezza

    • dal 27 marzo al 25 aprile 2021
    • vivaio
  • "Io non che non ci casco", la nuova iniziativa online del Museo del Risparmio

    • dal 4 gennaio al 31 dicembre 2021
    • Online
  • I Fridays for Future di Cinemambiente Junior: eventi online per le scuole

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 29 gennaio al 15 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • Tuliparty, al via la terza edizione: uno 'scorcio d'Olanda' a Pianezza

    • dal 27 marzo al 25 aprile 2021
    • vivaio
  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento