La danza di Daniele Ninarello

La Stanza della Musica in cui Kai Gleusteen, violinista canadese di grande classe, si esibirà è il Museo Ettore Fico, nuovo magnifico spazio della città di Torino. Il concerto più imprevedibile della stagione sarà all'insegna di virtuosismo e sospensione, suono e movimento corporeo. In scena vedremo il danzatore e coreografo Daniele Ninarello, interprete sensibile di un repertorio che andrà da Bach a Schnittke, passando per Ysaye.
Around Estovest >> Giovedì 19 novembre, alle ore 18:30 presso Bardotto Libreria Bistrò (via Mazzini, 23 Torino) Daniele Ninarello e Kai Gleusteen incontrano il pubblico per confrontarsi sul tema della compenetrazione tra musica e danza. Coordina Vincenzo Santarcangelo, filosofo della mente.

Daniele Ninarello dopo aver frequentato la Rotterdam Dance Academy danza con svariati coreografi internazionali: Bruno Listopad, Felix Ruckert, Barbara Altissimo, Meekers Uitgesprokendans ,Virgilio Sieni. Dal 2007 porta avanti una propria ricerca coreografica e di movimento e presenta le sue crezioni "Coded'uomo", "Man Size", "Non(leg)azioni", "God Bless You" e "Bianconido" in diversi festival in Italia e all'estero: Ammutinamenti, Corpi Urbani, Es.Terni, Short Formats, Mercati Comuni, Interplay/12, Les Repérages/Danse à Lille, Oltrarno Festival/Cango, DNA/Romaeuropa ecc. Collabora come coreografo nel Colletivo Burak a Spazi per la Danza Contemporanea 2010 e con "Man Size" entra nella lista Explò della Vetrina Anticorpi XL presentando il lavoro selezionato in tutte le manifestazioni dei partner del network. Nel 2010 porta avanti un lavoro di ricerca all'interno del progetto Transforme con il sostegno di Festival Insoliti, sotto la direzione artistica della coreografa Miryam Gourfink alla Fondation Royaumont, esplorando la relazione tra danza, musica, e video, e sperimentando la captazione gestuale con l'ausilio di nuove tecnologie insieme al compositore Daniel Zea. Riceve nel 2011 una residenza coreografica per una co-creazione con Gianfranco Celestino a Mosaico Danza e al Centre Choreographique Luxemburgeoise, una co-produzione tra Festival Interplay e Centre Choreographique Luxemburgeoise. grazie ad un progetto di Mosaico Danza, nel 2012 è il coreografo italiano selezionato per partecipare al progetto internazionale di Residenza in Sharing con i centri coreografici TROIS -Cl del Lussemburgo e Tanz Tendenz di Monaco con il supporto di Mosaico Danza, Torinodanza, la Fondazione Piemonte dal Vivo e il Goethe di Torino. E' inoltre finalista al "Premio Equilibrio Roma 2011" con "Occhi neri capelli blu". "Man Size" è presentato nello stesso anno a Charleroi per il festival Les Reperages e selezionato insieme a "Non(leg)azioni" dal CDC- Les Hivernales Avignon 2011, all'interno del progetto 100% Danse "Quand les régions s'en mêlent…". "Bianconido", produzione 2012 coprodotta da Interplay/12, è selezionata per il progetto internazionale Dance Roads sostenuto dal festival Interplay, partner italiano del network, che prevede nel maggio 2012 una tournée internazionale in Canada,Francia, Gran Bretagna, Olanda e Italia. I partner del progetto, oltre a Mosaico Danza/Interplay,sono Tangente (Montreal, CDN), Globe Théâtre (Bodeaux, F), Welsh in Dance (Cardiff, UK) e Generale Oost (Arnhem, NL). Nell'aprile e nell'agosto 2012 partecipa a un progetto promosso dal Centro de Documentação e Pesquisa em Dança di Rio de Janeiro(BR) che lo vede coinvolto in una nuova creazione con Ricardo Ambrózio, danzatore di Ultima Vez. Da settembre 2012 inizia la collaborazione come danzatore con la compagnia EASTMAN - Sidi Larbi Cherkaoui. Nel febbraio 2013 è nuovamente finalista del Premio Equilibrio con "Many" e nel maggio 2013 presenta "Vertigo" a Confluenze, progetto dell'Unione Musicale di Torino e Torinodanza/Fondazione del Teatro Stabile di Torino. La nuova produzione "Rock Rose WoW", la prima firmata dalla Compagnia Daniele Ninarello, dopo aver ricevuto il sostegno del progetto Movin' Up 2012 II sessione per la residenza estera presso Tanztendenz Munchen, è vincitrice del bando "Teatro del Tempo Presente" promosso dalla Fondazione LIVE-Piemonte Dal Vivo e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Viene inoltre selezionato dal Festival di Avignone e dalla Pro Helvetia per partecipare a un importante progetto di formazione a luglio 2014, promosso dalla Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Nel 2014 vince, con il progetto L.A.N.D. WHERE IS MY LOVE, il premio CollaborAction 2014 assegnato dalla Rete Anticorpi XL coordinata da Mosaico Danza e sostenuta da Associazione CANTIERI/Rete Anticorpi - Rete regionale di Festival, ATERDANZA Rete di Promozione, Rassegne e Residenze Creative, AMAT\Associazione Marchigiana Attività Teatrali, FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO-Circuito Regionale dello Spettacolo, ARTEVEN\Circuito Teatrale Regionale Veneto, ARTEDANZAE20, CIRCUITO DANZA LOMBARDIA\Danzarte, TEATRO PUBBLICO PUGLIESE, ARMUNIA di Castiglioncello e l'Associazione ELECTA CREATIVE ARTS di Teramo/Circuito Abruzzo Danza. L.A.N.D. WHERE IS MY LOVE è co-prodotto da Torinodanza festival / Fondazione del Teatro Stabile di Torino Con il sostegno di Le Pacifique | CDC - Grenoble e MosaicoDanza/Festival Interplay. Il debutto nazionale è previsto il 7 Ottobre 2015 a TorinoDanza.

Il violinista canadese Kai Gleusteen ha iniziato gli studi all'età di 5 anni nella sua città natale Calgary. Ha incontrato il successo molto presto in concorsi nazionali e ricevendo i più alti riconoscimenti nel percorso accademico. Sin dalla giovane età ha avuto la possibilità di studiare con rinomati violinisti e docenti del calibro di Nathan Milstein, Ivan Galamian, Josef Gingold, Dorothy Delay, e Zakhar Bron. Dall'età di 17 anni Kai è stato premiato con il più alto riconoscimento al Commonwealth Concerto Competition in Australia, ha ricevuto il prestigioso Skene Award in Scozia e ha costituito la sua prima formazione orchestrale: The Group of Twelve. Fortemente convinto nella figura del musicista come essere umano multi - dimensionale, Kai ha scelto di unire i suoi studi musicali alla ricerca accademica. Presso l'Università del Michigan, ha studiato antropologia, geofisica e filosofia. Ha ottenuto il Diploma di Master dalla Rice University sotto la guida di una persona che è divenuta la sua più grande ispirazione sia dal punto di vista personale che musicale: la violinista Camilla Wicks. Nel 1991, Kai si è trasferito in Europa per vivere nel cuore della cultura occidentale. Parigi e Praga sono state le sue basi per 9 anni, permettendogli di svilupparsi ed esibirsi sia come solista che come direttore di numerose orchestre. Nel 2000, ha ottenuto la posizione di concertmaster dell'Orchestra del "Gran Teatre del Liceu" e si è quindi spostato a Barcellona. Nel 2003, ha fondato la Gran Teatre del Liceu Chamber Orchestra ed ha ottenuto la cattedra presso la Escuela Superior de Musica de Catalunya. Nel 2005 è anche diventato professore al Conservatorio del Liceu. Continua ad esibirsi sia come solista che in varie formazioni attraverso l'Europa, il Nord America e la Cina, realizzando numerose registrazioni molto apprezzate dalla critica musicale. Kai suona un violino G. B. Guadagnini del 1781.

cargocollective.com/danieleninarello | https://www.gleusteen.com

INFO:

www.estovestfestival.it www.facebook.com/EstovestFestival

Tel: +39 349 7371724 - Mail: info@estovestfestival.it

BIGLIETTERIA: info@estovestfestival.it oppure chiamare il 331 4320950

SCARICA IL PROGRAMMA >>

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Parte “Sisifo”: la nuova stagione di Casa Fools

    • Gratis
    • dal 12 febbraio al 30 maggio 2021
    • Casa Fools - Teatro Vanchiglia

I più visti

  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento