Cultura

L'arte di un nostro lettore verso Fassino: "L'urlo di Piero"

L'Urlo di Piero è un' opera che nasce per gioco e per il gusto della provocazione. Evidentemente ispirata alla celebre opera di Munch "L'Urlo", questa rivisitazione nasce dal desiderio di creare un'immagine che contestualmente al territorio Torinese, avesse in se il potenziale per sorprendere ed allo stesso tempo far sorridere e "scuotere" quei torinesi a passeggio, troppo spesso a testa bassa ed esteriormente seri e cupi. Un giorno che mi trovavo sulla scalinata della chiesa Gran Madre, guardando da quel punto il ponte sul Po e piazza Vittorio, ho avuto l'intuizione di trasferire quello scorcio prospettico all'interno dell'opera di Munch e di rendere omaggio al Sindaco della città Piero Fassino, da sempre suo malgrado bersaglio di allusioni e battute sul suo aspetto fisico tendenzialmente "livido" e magro.

Nell'immaginarlo protagonista dell'Urlo, ho sorriso io per primo ed ho trovato pertinente la raffigurazione pensando alla sua carriera politica: ho immaginato che dopo anni di protagonismo a livello nazionale, il suo approdo a Sindaco di Torino (città che come ben sappiamo noi torinesi, non gli è stata certo consegnata senza problemi e conti da risanare) potesse essere paragonabile ad un salto in un livello così distante, da trasformarlo appunto nel protagonista della mia rivisitazione. Ho portato all'ultima edizione di Expocasa l'opera e lì ho avuto le prime reazioni ed i primi riscontri postivi. Tra questi, l'incontro con Michele Pedone, titolare dell'agenzia immobiliare omonima che ha sede nell'angolo più suggestivo di piazza Vittorio Veneto 5 a Torino, il quale con sincero entusiasmo mi ha messo a disposizione la sua vetrina per esporlo fino al 7 aprile 2013.

Sono felicemente meravigliato da questo incontro e lo ringrazio di cuore per la sua offerta e spontaneità. Non potevo immaginare collocazione migliore per la mia opera. Amo Torino, la sua bellezza e la sua comprovata capacità di essere da sempre "pioniera" oltre che di sapersi ciclicamente trasformare. Questo quadro vuole essere un affettuoso omaggio a lei ed a noi cittadini ed un sincero augurio alla sua economia e potenzialità creativa. Filippo Manassero Filippo Manassero nasce a Torino il 23 aprile 1969, opera nel campo dell'arte dal 1988 e nel 1992 costituisce la ditta ART DECO S.n.c. - Artistiche Decorazioni, Trompe L'oeil e Restauri, di cui a tutt'oggi è socio. Questa attività lo por- ta a sperimentarsi nella progettazione di decorazioni d'interni attraverso la rea- lizzazione di trompe l'oeil e decorazioni artistiche appositamente studiate di volta in volta a seconda degli ambienti e del loro utilizzo. Ma anche a confron- tarsi con le tecniche del passato attraverso il restauro di decorazioni e tele.

La costante collaborazione con architetti e interior designers gli ha permesso di confrontarsi costantemente sulle molteplici problematiche legate alla creazione d'interni ed all'uso del colore. Dopo quasi vent'anni di attività decide di iniziare un percorso più personale attraverso opere inedite, e nasce l'idea dei "ritagli", una ricerca nella tecnica della copia d'autore che ha come obiettivo quello di creare delle suggestioni valorizzando l'ambiente. L'Art Deco snc di Filipppo Manassero & Rita Pontarollo, presta la propria opera nel campo del restauro pittorico e della conservazione degli edifici di interesse storico e artistico, oltre che nel campo della decorazione artistica e del trompe l'oeil. Le committenze per le quali interviene sono sia di tipo privato che pub- blico, sia in Italia che all'estero. Un'esperienza pluriennale nella decorazione artistica unita ad una serietà professionale negli interventi di restauro conser- vativo sono le caratteristiche salienti della società. www.artdecosnc.com

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arte di un nostro lettore verso Fassino: "L'urlo di Piero"

TorinoToday è in caricamento