menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Futuro ancora incerto per il Salone del Libro, potrebbe traslocare

Dalla storia struttura del Lingotto potrebbe avere una nuova base in corso Sebastopoli. Un eventuale trasferimento, a causa del mancato accordo tra organizzatori e GL Events, potrebbe essere una rivoluzione per la kermesse

Il futuro del Salone del Libro è ancora in bilico tra la storica sede del Lingotto e il PalaIsozaki, da poco diventato PalaAlpitour. La discussione, divenuta nota nelle ultime settimane, è stata ripresa questa mattina dal presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Rolando Picchioni, il quale ha tagliato corto la querelle dicendo che nonostante le tante parole che si stanno spendendo, la kermesse gode di ottima salute. Certo non gli si può dare torto visto i numeri delle ultime edizioni che hanno fatto registrare sempre nuovi record.

L'addio al Lingotto per il Salone del Libro si era profilato con la brusca interruzione della trattativa tra gli organizzatori e la GL Events, la società francese che gestisce l'impianto di via Nizza. Nella vicenda si è infilato il Comune di Torino e forse grazie all'ente comunale gli strappi potrebbero ricucirsi evitando così una vera rivoluzione per il Salone Internazionale.

Qualora invece non si dovesse riuscire a trovare un accordo per rimanere nel luogo storico, il Salone del Libro dovrebbe quasi certamente traslocare in corso Sebastopoli al PalaAlpitour. La struttura avrebbe un costo minore rispetto al Lingotto - cosa che non guasta mai - a discapito però dello spazio, ampiamente ridotto. In questo caso si dovrebbe quindi ristudiare una formula che fino ad oggi ha ampiamente funzionato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento