La Reggia di Venaria riapre i suoi giardini, fra ingressi contingentati e percorsi ad hoc

Dal 30 maggio accesso libero anche alla nuova mostra dedicata al Barocco

"La meraviglia è dietro l’angolo" e la figura di una bambina sorpresa e allegra all'interno della Galleria Grande. Sono questi lo slogan e l'immagine della nuova campagna pubblicitaria che promuove la riapertura al pubblico della Reggia di Venaria. Dopo il forzato periodo di interruzione dovuto all’emergenza sanitaria, da sabato 23 maggio - dal martedì alla domenica, 10.30-18.30 - si riparte dai giardini. I meravigliosi e lussureggianti spazi verdi potranno essere visitati a pagamento dal pubblico mentre dal sabato seguente, 30 maggio, sono in programma la riapertura della Reggia, della mostra "Sfida al Barocco" - il primo grande evento esposivo di livello internazionale che si inaugura in Piemonte nel 2020 - e del Castello della Mandria.

Nuovi orari

La ripartenza sarà ovviamente regolamentata dai protocolli di sicurezza ancora obbligatori in questa fase 2 di emergenza sanitaria. Sul sito ufficiale è possibile reperire le informazioni relative alle modalità di visita, con dettagli sui nuovi orari di apertura e i nuovi biglietti, e di permanenza. Tutto il complesso della Venaria Reale resterà aperto anche lunedì 1° giugno, per il “ponte” con la Festa della Repubblica del 2 Giugno. Domenica 7 giugno alle ore 18 riprenderà anche la celebrazione con cadenza mensile della Santa Messa, grazie alla convenzione stipulata tra il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude e la Parrocchia della Navità di Maria Vergine in Venaria
Reale.

Le modalità di visita in sicurezza

La Venaria Reale riapre cercando di tornare a garantire un servizio completo con aperture previste sei giorni su sette alla settimana, con nuovi orari e biglietti vantaggiosi. L’accesso sarà consento solo previa prenotazione on line dal sito lavenaria.it per singoli e gruppi di massimo 50 persone contingentati ogni mezz'ora per la Reggia e la mostra Sfida al Barocco (250 persone invece per i Giardini ogni ora), indossando la mascherina e con la temperatura corporea misurata prima dell’ingresso. Poche semplici regole
che consentiranno a tutti di visitare in sicurezza il complesso, secondo percorsi prestabiliti che tengono conto di distanze minime e flussi di percorrenza.

I consigli di “Nodino”, il simpaco nodo Savoia stilizzato protagonista dell’iniziava, accompagneranno i visitatori per tua la loro esperienza, dalla prenotazione online al percorso all’interno della Reggia: il relativo progetto di segnaletica riprende il “rombo”, elemento iconico della Galleria Grande presente nel logotipo della Venaria Reale, trasformandolo in un sistema articolato, abitato dai personaggi e dalle storie che popolano il complesso della Venaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Piemonte verso la zona gialla e le regole per le festività natalizie: riepilogo

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Tragedia in ospedale a Torino: paziente si uccide gettandosi dal quarto piano

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

Torna su
TorinoToday è in caricamento