La Reggia di Venaria riapre i suoi giardini, fra ingressi contingentati e percorsi ad hoc

Dal 30 maggio accesso libero anche alla nuova mostra dedicata al Barocco

"La meraviglia è dietro l’angolo" e la figura di una bambina sorpresa e allegra all'interno della Galleria Grande. Sono questi lo slogan e l'immagine della nuova campagna pubblicitaria che promuove la riapertura al pubblico della Reggia di Venaria. Dopo il forzato periodo di interruzione dovuto all’emergenza sanitaria, da sabato 23 maggio - dal martedì alla domenica, 10.30-18.30 - si riparte dai giardini. I meravigliosi e lussureggianti spazi verdi potranno essere visitati a pagamento dal pubblico mentre dal sabato seguente, 30 maggio, sono in programma la riapertura della Reggia, della mostra "Sfida al Barocco" - il primo grande evento esposivo di livello internazionale che si inaugura in Piemonte nel 2020 - e del Castello della Mandria.

Nuovi orari

La ripartenza sarà ovviamente regolamentata dai protocolli di sicurezza ancora obbligatori in questa fase 2 di emergenza sanitaria. Sul sito ufficiale è possibile reperire le informazioni relative alle modalità di visita, con dettagli sui nuovi orari di apertura e i nuovi biglietti, e di permanenza. Tutto il complesso della Venaria Reale resterà aperto anche lunedì 1° giugno, per il “ponte” con la Festa della Repubblica del 2 Giugno. Domenica 7 giugno alle ore 18 riprenderà anche la celebrazione con cadenza mensile della Santa Messa, grazie alla convenzione stipulata tra il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude e la Parrocchia della Navità di Maria Vergine in Venaria
Reale.

Le modalità di visita in sicurezza

La Venaria Reale riapre cercando di tornare a garantire un servizio completo con aperture previste sei giorni su sette alla settimana, con nuovi orari e biglietti vantaggiosi. L’accesso sarà consento solo previa prenotazione on line dal sito lavenaria.it per singoli e gruppi di massimo 50 persone contingentati ogni mezz'ora per la Reggia e la mostra Sfida al Barocco (250 persone invece per i Giardini ogni ora), indossando la mascherina e con la temperatura corporea misurata prima dell’ingresso. Poche semplici regole
che consentiranno a tutti di visitare in sicurezza il complesso, secondo percorsi prestabiliti che tengono conto di distanze minime e flussi di percorrenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I consigli di “Nodino”, il simpaco nodo Savoia stilizzato protagonista dell’iniziava, accompagneranno i visitatori per tua la loro esperienza, dalla prenotazione online al percorso all’interno della Reggia: il relativo progetto di segnaletica riprende il “rombo”, elemento iconico della Galleria Grande presente nel logotipo della Venaria Reale, trasformandolo in un sistema articolato, abitato dai personaggi e dalle storie che popolano il complesso della Venaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

  • Viviana e il piccolo Gioele sono ancora scomparsi, ma oggi fatti avvistamenti 'importanti'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento