Reggia di Venaria, al via il restauro della Fontana di Ercole

Uno dei più grandi cantieri d'Italia

La Fontana di Ercole, il monumentale complesso di giochi d'acqua che si trova nei giardini della Reggia di Venaria, tornerà all'antico splendore nella primavera 2020, al termine di un restauro da 3 milioni di euro. Il cantiere dell'opera, realizzata tra il 1669 e il 1672 da Amedeo di Castellamonte, andrà concludere I lunghi lavori di restauro della Reggia - i più rilevanti in Europa per ciò che riguarda i beni culturali - iniziati 20 anni fa.

A finanziare il ripristino della Fontana, il più grande cantiere in Piemonte e tra i più importanti in Italia, è la Consulta per la Valorizzazione dei Beni Culturali di Torino, che riunisce 30 soggetti privati con il sostegno della Compagnia di San Paolo, di Intesa Sanpaolo e della stessa Reggia di Venaria. A occuparsi del progetto di restauro, frutto di una ricerca e un'analisi approfondite durate diversi anni, architetto progettista Gianfranco Gritella. "Si tratta di un'opera di inestimabile valore storico - ha dichiarato - e il suo recupero restituisce ai visitatori della Reggia una fontana costruita per emozionare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento